La senatrice Casolati con Salvini (foto da Facebook)
News
Il Carroccio: “Non è opportuno che parlamentari accedano a questo tipo di sussidio”

La senatrice torinese Casolati tra i ‘furbetti del bonus’: la Lega la sospende

Proprietaria di unʼoreficeria nel capoluogo, ha incassato il contributo di 1.500 euro che la Regione ha destinato alle aziende chiuse in seguito al lockdown

Tra i furbetti del bonus spunta la senatrice torinese Marzia Casolati. L’esponente della Lega è stata sospesa dal suo partito per aver incassato il contributo di 1500 euro che la Regione Piemonte ha stanziato per le aziende chiuse in seguito al lockdown.

Casolati, 50 anni, ha un’oreficeria nel capoluogo torinese e, fa sapere il Carroccio, ha già provveduto a restituito completamente il bonus. Ma – rimarca in una nota il presidente dei senatori della Lega Massimiliano Romeo, “non è opportuno che parlamentari accedano a questo tipo di sussidio”. Per questo motivo è stata sospesa.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo