RSA
Cronaca
VIA BOTTICELLI

La rsa viaggia a mezzo servizio: «E ora serve un nuovo bando»

Il documento è passato in consiglio con i voti della minoranza

Da oltre un anno viaggia a singhiozzo, praticamente sottoutilizzata. Stiamo parlando della struttura sanitaria di via Botticelli angolo via Corelli. Oggetto, nell’ultimo consiglio della Circoscrizione 6, di un ordine del giorno da parte della minoranza di centrosinistra. Problema che dura da oltre un anno, quello di una rsa che viaggiava con duplice funzione. All’ultimo piano le cure domiciliari e ai piani inferiori i posti letto e – in parte – la degenza per anziani non più autosufficienti.

«Con il Covid – spiega Andrea Beraudo, primo firmatario -, si era pensato di usare la struttura per ospitare malati a bassa intensità, sgomberandola dalle precedenti funzioni. Solo che il discorso non è mai andato in porto e noi ci siamo trovati una rsa che non godeva nemmeno delle vecchie funzioni». L’assistenza domiciliare si è dimezzata. Oggi medici e infermieri prendono servizio in via Spalato (dall’altra parte della città), si recano in Barriera per lavoro e tornano a San Paolo per le pratiche amministrative, «assistendo così – continua Beraudo -, solo metà dei malati».

Scarso anche l’utilizzo dei posti in rsa, meno della metà di quelli disponibili. E che mettono in dubbio il futuro. «Attualmente la convenzione è scaduta – dichiarano gli autori del documento -, e si lavora in regime di proroga, per quello chiediamo alla Regione cosa intende fare. Essendo, quello di via Botticelli, un servizio importante per la zona». La richiesta prevede anche la predisposizione di un nuovo bando che valorizzi la qualità dell’assistenza.

Sul caso ha replicato la coordinatrice alla Sanità della Sei, Monica Brega: «Ci siamo già attivati per chiedere una commissione ad hoc – chiosa Brega -, e allertato i vertici Asl per predisporre una commissione entro fine mese. Sicuramente è interesse di tutti ripristinare quella rsa e potenziare, in generale, i servizi del territorio».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo