CorteoFoodora
News
Il consigliere Grimaldi: “Aziende obbligate a stabilire orari”

La Regione Piemonte: divieto di pagare i rider a cottimo per ogni consegna eseguita

Approvata la legge contro il caporalato digitale, la prima in Italia in materia

La Regione Piemonte prende posizione contro il caporalato digitale e approva un provvedimento – il primo in Italia – che vieta di pagare i rider a consegna, vale a dire a cottimo.

Dal Consiglio regionale via libera a un emendamento della legge Omnibus presentato dal capogruppo di Leu Marco Grimaldi, secondo il quale pagare a consegna coloro che fanno consegne a domicilio mette a rischio i lavoratori.

“Il divieto di pagare a consegna obbligherà le aziende a stabilire un minimo orario ed è un modo per combattere il nuovo caporalato digitale, i cui costi sono tutti sulle spalle di chi fa le consegne”, spiega Grimaldi. “Se il nostro provvedimento dovesse essere impugnato, avremmo comunque dato un segnale a Parlamento e Governo affinché si attivino per creare una normativa quadro che riconosca i profili di subordinazione di questi lavoratori”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo