outcop
Tecnologia
Galleria 
Steam

LA RECENSIONE – The Outer Worlds: Pericolo su Gorgone

Galleria 
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

E’ finalmente giunta l’ora di tornare nel sistema solare di Alcione! E’ da poco disponibile su Steam “Pericolo su Gorgone”, l’attesa prima espansione di The Outer Worlds, il gioco di ruolo che è stata la vera lieta sorpresa dello scorso anno videoludico. Dopo quasi un anno di attesa, i tanti giocatori che hanno apprezzato l’opera di Obsidian Entertainment hanno quindi la possibilità di rituffarsi nell’esplorazione. Opportunità che si ripeterà tra qualche tempo, visto che i Dlc previsti sono due.

Per una volta, partiamo dal punto negativo e non da quello positivo. Per giocare a “Pericolo su Gorgone” NON dovete aver finito il gioco principale. Questo significa che bisogna avere a disposizione un salvataggio precedente all’inizio della missione conclusiva e successivo a Radio Libera Monarca: se lo avete, nessun problema. Ma se per fare spazio sull’hard disk avete cancellato tutto, potrebbero essere dolori…

Detto questo, una volta caricato il salvataggio giusto, per tuffarvi nel Dlc basterà navigare verso una qualunque destinazione e all’arrivo riceverete una comunicazione. Sarà il macabro contenuto del pacco consegnato da un corriere al capitano dell’Inaffidabile (defunto e da noi sostituito all’inizio del gioco originale) a dare il via all’avventura: all’interno infatti troverete un registratore vocale ancora nel pugno di una mano umana. Quello che dovrebbe essere l’ex proprietario della mano parla di Gorgone e, inutile a dirsi, per capirci qualcosa di più l’unica soluzione sarà quella di mettersi in viaggio per il misterioso pianeta. A dirci qualcosa in più sarà Minnie Ambrose: sarà lei a spiegarci che il pianeta era di proprietà della Soluzioni Spaziali, un nome ben conosciuto da chi ha giocato ad Outer Worlds.

Come al solito, non andiamo troppo oltre nel racconto della trama per non incorrere nel rischio di fastidiosi spoiler ma chi ha apprezzato il gioco originale non resterà deluso visto che saranno svelati parecchi segreti di Alcione. E non resterà deluso neanche dal contenuto tecnico del Dlc. Come noto, The Outer Worlds era stato apprezzato soprattutto per il suo gameplay, molto simile a quello del tanto amato Fallout 3. In sostanza, Pericolo su Gorgone è una vera e propria espansione del gioco originale, nel senso stretto del termine. Un’avventura in più che però non aggiunge e non toglie molto al gameplay originale: i nemici sono sempre gli stessi, così come il metodo di combattimento mentre il livello massimo è  stato aumentato di tre, arrivando quindi a 33, senza però aggiungere altri talenti ai tanti che già si potevano scegliere. Più novità invece nelle armi e nelle armature, soprattutto per chi – come il sottoscritto – ama colpire dalla distanza piuttosto che gli scontri corpo a corpo, visto che tra le altre cose è stato aggiunto un fucile di precisione in grado di avvelenare i nemici. Bello anche il pianeta Gorgone, di grandi dimensioni per poter esplorare a lungo. Qui apriamo una parentesi: nessuno vi vieta di tirare dritto il più spediti possibile verso una delle due possibili conclusioni dell’avventura ma come sempre, per i giochi di questo tipo, il nostro consiglio è quello di fare l’esatto opposto: prendetevi tutto il tempo di godervi le ambientazioni, interagire con i personaggi, esplorare il più possibile per scoprire tutto quello che i ragazzi di Obsidian hanno nascosto per approfondire la storia, soprattutto tramite messaggi e mail. E anche per prolungarne la longevità, cosa da non disprezzare soprattutto in questo periodo in cui si è costretti a stare a lungo in casa. Se farete così trascorrerete su Gorgone almeno una dozzina di ore, tutte ben spese.

Insomma, in conclusione Pericolo su Gorgone è un Dlc che non apporta grandi cambiamenti al gioco originale ma che ne rispecchia totalmente i tanti pregi. Proprio per questo non ci sono dubbi: se vi è piaciuto The Outer Worlds, vi piacerà anche questa espansione.

VOTO: 8

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo