bimbi aurora scuola gn
Istruzione
CORSO GIULIO CESARE

La raccolta fondi per aiutare i bimbi delle scuole di Aurora

Il progetto della cooperativa Zenith offre uno spazio di ascolto

Imparare bene la lingua italiana, confrontarsi con i coetanei, crescere insieme a loro. È in estrema sintesi il progetto Aurora Children Lab su cui la cooperativa Zenith sta lavorando nel quartiere della Circoscrizione 7 per venire incontro alle esigenze dei 576 ragazzini (molti dei quali stranieri) delle scuole Aurora e Parini. L’obiettivo è offrire a ogni bambino uno spazio di ascolto e espressione all’interno delle attività di doposcuola, e un contestuale aiuto alle famiglie nel rapporto con la scuola e con gli insegnanti.

Da dicembre gli educatori del doposcuola hanno già aiutato 25 bambini, che ora si sentono più sicuri di sé e delle proprie capacità; «25 bambini che oggi si sentono più liberi nell’esprimere i propri sogni per il futuro» spiegano dalla cooperativa. L’impatto positivo avuto fino ad oggi dal progetto, inizialmente avviato grazie al contributo dei fondi dell’Otto per Mille della Chiesa Valdese, piace anche agli insegnanti della scuola, ai genitori dei bambini che la frequentano e agli abitanti di un quartiere che non vuole far parlare di sé solo per le risse o per i problemi di ordine pubblico. Per questo, la Cooperativa Zenith ha lanciato una raccolta fondi aperta a tutta la città di Torino, con la quale sostenere i costi del progetto, per farlo continuare. Chiunque desideri contribuire può visitare il sito https://www.cooperativazenith.it/index.php/dona-per-i-bambini-di-aurora-children-lab, oppure chiamare il 366.6711794 per avere maggiori informazioni.

«Sarà in un giorno qualunque di doposcuola che uno di questi bambini si scoprirà bravo in qualcosa e meritevole delle migliori attenzioni e opportunità», spiega Alessandra, educatrice del doposcuola. «Il rischio, se non ci prendiamo cura di loro, è che in un giorno qualunque, al contrario, questi bimbi perdano fiducia in sé stessi e si abituino a passare inosservati con i propri bisogni e le proprie insicurezze. Noi stiamo lavorando perché questo non avvenga, ma per riuscirci abbiamo bisogno del vostro aiuto: solo con il contributo di tutti, potremo continuare a prenderci cura di loro con “Aurora Children Lab”, un progetto che sta facendo del bene a tante persone e che, per questo, deve continuare a esistere e crescere».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo