VIA ALA DI STURA

La petizione delle mamme: «Stop ai roghi nei giardini»

Gli incendi allarmano anche le maestre dell’asilo Arcobaleno

Continuano gli incendi nei giardini di via Ala di Stura

Prima le auto in fiamme, ora i roghi nei giardini per cacciare spacciatori, delinquenti e prostitute. Fenomeni inquietanti che accrescono il degrado e che hanno convinto le mamme e le maestre dell’asilo “Arcobaleno” di via Ala di Stura, quartiere Borgo Vittoria, ad allearsi per avviare una raccolta firme da indirizzare a Palazzo Civico. Del resto non sembra esserci mai pace nel quartiere della Quinta circoscrizione. Dopo gli incendi che negli ultimi tre anni hanno coinvolto decine di cassonetti e veicoli «ora ci troviamo a fare i conti con un pazzo che appicca il fuoco ai giardinetti e alle aree abbandonate» protestano le mamme che non sembrano avere intenzione di rimanere con le mani in mano.

L’alleanza tutta al femminile è partita dalla necessità di mettere in sicurezza i marciapiedi e le strade che conducono all’asilo. «Qui è pieno di rifiuti, bisogna fare lo slalom – racconta Isabella Piazza, autrice della segnalazione -. Poi, come se non bastasse, la scorsa settimana si sono verificati alcuni incendi che hanno raso al suolo un’area verde. Un odore di bruciato davvero raccapricciante». Secondo i residenti della zona, l’incendio sarebbe stato appiccato di proposito, nel tentativo di scoraggiare le lucciole.

«Ma qui è anche pieno di spacciatori – continua Isabella -. Di sera non è vita. Sono anni che denunciamo gli stessi problemi. E poi al mattino bisogna fare lo slalom per raggiungere l’Arcobaleno. Ci auguriamo che questa raccolta firme invogli l’amministrazione comunale a intervenire». Il rischio, infatti, è che il presunto piromane decida di tornare sul luogo del “delitto”. Una preoccupazione in più per le mamme che ora hanno intenzione di riprendersi il loro amato quartiere.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single