moschea Pinerolo
News
IL FATTO

«La nuova moschea non si fa». La burocrazia blocca il progetto

Mancano dei documenti. E la Lega esulta: «La legge è uguale per tutti»

Stop alla nuova moschea di Pinerolo. I documenti integrativi richiesti per dare il via al progetto infatti non sono stati consegnati entro i termini previsti e quindi il Comune non potrà concedere il permesso di costruzione.

La nuova moschea sarebbe dovuta sorgere in via Juvarra, dove un vecchio capannone industriale dismesso sarebbe stato trasformato in un luogo di culto grazie ai fondi raccolti dalla comunità islamica locale.
Un progetto che era stato accolto con veementi proteste dalla Lega Nord: il consigliere Gualtiero Caffaratto infatti aveva pubblicato un commento su Facebook in cui proponeva ironicamente di organizzare una festa inaugurale con «passeggiata di maiali al guinzaglio».

A quelle esternazioni aveva risposto il vescovo Pier Giorgio Debernardi: «Ogni espressione religiosa, degna di questo nome, deve avere uno spazio ove poter pubblicamente manifestare la propria fede». «Non dimentichiamo – aveva poi aggiunto – che la costruzione di un luogo di culto è la condizione per l’esercizio della libertà religiosa. A questo riguardo c’è una sentenza della Corte Costituzionale del 1995, la numero 195».

La solidarietà del vescovo alla comunità islamica però non ha bloccato la Lega. Infatti a sollevare in consiglio la questione tecnica riguardo al ritardo nella consegna dei documenti è stato proprio lo stesso Gualtiero Caffaratto, che ha accolto con gioia la vittoria: «Avevamo ragione noi, la legge è uguale per tutti». Il progetto della nuova moschea comunque per ora non è morto ma solo rinviato. La vecchia richiesta di costruzione sarà archiviata ma i promotori potranno presentarne una nuova, completa dei documenti mancanti.

In via Juvarra in teoria avrebbero dovuto trovare posto anche scuole di arabo per bambini e un alloggio per il futuro imam. In attesa di trasformare il sogno in realtà, i circa 600 musulmani della zona dovranno continuare a riunirsi in corso Torino, dove hanno un piccolo luogo di culto.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo