dissuasori ambulanza gn
Cronaca
VIA DI NANNI

La nonnina si sente male in negozio ma i dissuasori bloccano i soccorsi

Ad ostacolare l’ambulanza, i paracarri dell’isola pedonale: «Succede anche con Amiat e pompieri»

Un’anziana di 90 anni sviene mentre fa compere nell’erboristeria. Il titolare del negozio chiama l’ambulanza ma i soccorsi, anziché essere veloci, sono più lenti del previsto. Il tutto perché il 118 viene rallentato dalla presenza dei dissuasori sull’asfalto. L’episodio è avvenuto in via Di Nanni pedonale, zona San Paolo, e com’era lecito aspettarsi ha generato polemiche. In primis, da parte dei membri del comitato senso civico borgo San Paolo. Così Eva Nencioni: «L’ambulanza è rimasta bloccata all’angolo con via Volvera a causa dei paracarri. I sanitari sono stati costretti a scendere e andare a piedi all’interno dell’erboristeria». Gli operatori hanno soccorso la 90enne, che per fortuna adesso sta bene. Tuttavia, residenti e comitati sono furibondi perché l’episodio è solo l’ultimo di una lunga serie.

«I paracarri hanno già ostacolato pompieri e mezzi Amiat, infatti la spazzatura viene ritirata con giorni di ritardo», prosegue Nencioni. I manufatti – così come quelli agli angoli con le vie Chiomonte e San Bernardino – sono stati piazzati l’anno scorso per impedire agli automobilisti senza titolo di entrare abusivamente nell’isola pedonale.

Successivamente, sono arrivate anche le telecamere che però finora non hanno fatto multe perché mancavano i cartelli. Comitato e negozianti hanno proposto alla Circoscrizione di sostituire i paracarri con i vasi che ci sono in via Carrù. «Ci hanno detto che non è possibile – conclude Nencioni -. Ma non si può andare avanti così. L’ambulanza ha fatto il giro del mondo, passando da via Muriaglio, poi in via San Paolo e in via Volvera». Sul caso è intervenuta Anna Vadalà, consigliera leghista alla Tre: «Il Comune deve intervenire su via Di Nanni, sia per problemi di viabilità che di sicurezza». In quest’ultimo caso il riferimento è al peruviano accoltellato qualche settimana fa, nello stesso punto. Tornando ai dissuasori, non è la prima volta che tali manufatti bloccano ambulanze o pompieri. E’ già successo a Borgo Dora, in via Mameli, e anche in via Garibaldi, nell’incendio scoppiato nella mansarda di via Corte d’Appello.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo