L'iniziativa

La Mole Antonelliana si illumina per i diritti di tutti

La città di Torino celebra, per il terzo anno consecutivo, la promulgazione delle "Lettere Patenti" nel 1848

La Mole (foto da Facebook)

Torino celebra, per il terzo anno consecutivo, la promulgazione delle Lettere Patenti, nel 1848, con la concessione dei diritti civili per i cittadini sabaudi di religione valdese e ebraica. Il 15 febbraio sulla Mole Antonelliana comparirà la scritta “Valdesi ed Ebrei per i diritti di tutti”; la sera successiva, di fronte alla Sinagoga, rappresentanti delle istituzioni, di associazioni, di tutte le confessioni religiose, migranti e cittadini leggeranno gli articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

CONCERTO NELLA CHIESA VALDESE
Al termine della cerimonia, il salone della Chiesa Valdese ospiterà un concerto dei cori delle due comunità con testimonianze delle reciproche tradizioni. A chiudere la manifestazione, il 17 febbraio, il convegno “Diritti umani oggi” organizzato al Polo del 900 dal Centro Culturale Protestante e dalla Comunità Ebraica. “Una ricorrenza importante – dice l’assessore ai Diritti del Comune di Torino, Marco Giusta – che pone due temi centrali, l’estensione a tutti di una serie di diritti, compreso quello della cittadinanza, e la libertà religiosa che in questo momento in Italia è ancora in una situazione di limbo”.

 

 

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single