Don Romeo Zuppa è parroco a Sant’Ambrogio dal 1972
News
UNA PARROCCHIA AL GIORNO

«La messa senza i bambini per la paura della pandemia»

Lento ritorno alla normalità a Sant’Ambrogio di Susa

Prima il lockdown, poi la ripartenza, ma per arrivare a pieno regime si dovrà aspettare la fine dell’estate. Intanto si sentono ancora gli strascichi di due mesi di lockdown, nonostante alcune attività parrocchiali siano riprese. Lo sa bene don Romeo Zuppa, parroco di Sant’Ambrogio dal 1972: «In principio sembrava incredibile e la prima domenica sembrava impossibile. Poi ci siamo adeguati in maniera ferrea e ho chiamato anche il consiglio pastorale – racconta -. Abbiamo misurato e contingentato gli ingressi in chiesa. Poi abbiamo chiesto a una ditta di sanificare e l’associazione carabinieri, gli alpini e l’Aib aiutano durante la messa. C’è tanta disciplina, ma sono scomparsi i bambini che non sono più venuti con i genitori».

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo