Il direttore dell’Asl Città di Torino, Carlo Picco e la prima insegnante vaccinata
News
IL FATTO

LA LOTTA AL VIRUS. Incubo varianti, prima “zona rossa” in Piemonte

Chiuse le scuole in Val Vigezzo e il Comune di Re nel Vco: 37 positivi su 750 abitanti in meno di una settimana

Da domani pomeriggio alle ore 18 il Comune di Re, nel Verbano-Cusio-Ossola, sarà zona rossa: la decisione è stata assunta oggi dopo un incontro del presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio con i rappresentanti degli enti locali e i Prefetti.

Verrà anche sospesa l’attività didattica in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado della Val Vigezzo, con ordinanze emesse dai Sindaci del territorio. L’ordinanza sarà valida fino a venerdì 26 febbraio 2021.

“Una decisione che si è resa necessaria dato l’improvviso incremento di casi registrato nell’ultima settimana a Re – spiega il presidente della Regione Cirio, che ha firmato in questi istanti l’ordinanza che istituisce la zona rossa -. In questo piccolo Comune su circa 750 abitanti sono emersi 37 soggetti positivi negli ultimi 7 giorni. Non sappiamo ancora se questi casi siano dovuti a una variante, ma è comunque una incidenza molto elevata e abbiamo ritenuto necessario intervenire per tutelare la salute delle persone che popolano la vallata”.

+++ ULTERIORI APPROFONDIMENTI NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo