Juventus? Adrien Rabiot and Salernitana?s Simone Verdi in action during the italian Serie A soccer match Juventus FC vs US Salernitana at the Allianz Satadium in Turin, Italy, 20 March 2022 ANSA/ALESSANDRO DI MARCO
Sport
IL CASO

La Juventus fa cassa con Demiral e Rabiot

Venti milioni per il turco, il francese ha chiesto di partire

«Di questi tempi anche un milioni di euro può fare la differenza», diceva meno di un anno fa un uomo mercato della Vecchia Signora parlando della telenovela andata in scena la scorsa estate per portare Manuel Locatelli dal Sassuolo a vestire la maglia della Juventus. Ora più che mai, in casa Juventus lo sanno bene e per questo motivo, a maggior ragione con l’arrivo come amministratore delegato di Maurizio Arrivabene nei mesi scorsi, la Juve deve autofinanziarsi per quel che riguarda il calciomercato. Proprio in quest’ottica – legata più che altro al risparmio – si legge il mancato rinnovo di Paulo Dybala nei bianconeri. «Non è più al centro del progetto», sentenziò proprio Arrivabene parlando dell’ormai ex numero 10 bianconero. L’investimento grosso – e in anticipo – la società l’ha già fatto prendendo Dusan Vlahovic a gennaio, con 6 mesi d’anticipo, mettendo sul piatto la cifra monstre di 75 milioni di euro. Proprio in quest’ottica vanno letti i corteggiamenti a parametro zero di Paul Pogba e Angel Di Maria. Se per il primo la Vecchia Signora ha di fatto raggiunto un accordo, per il secondo, invece, la Juve aspetta una risposta definitiva a breve. Ieri l’ex Psg è volato in Europa di ritorno dall’Argentina: in casa bianconera filtra ottimismo. El Fideo potrebbe dire sì nelle prossime ore.

Autofinanziamento, dicevamo: la Juve, venerdì sera tarda, ha fatto cassa vendendo il difensore turco Demiral all’Atalanta; 20 milioni cash, più 8 di bonus, più il 10 per cento sulla futura rivendita. Un colpo inaspettato visto come si erano messe le cose nelle ultime ore, visto che l’Atalanta sembrava non essere disposta a riscattare l’ex Sassuolo. Venti, primi milioni, nel salvadanaio per fare calciomercato. Milioni che ovviamente non bastano. Ma la Juventus ha due, tre carte da giocarsi per arrivare agli obiettivi prefissati. Una di queste porta il nome di Adrien Rabiot: proprio nelle ultime ore, infatti, il francese tramite il suo agente, mamma Veronique, ha chiesto di essere ceduto. Sull’ex Psg vigilano da tempo squadre di Premier League e la Juve potrebbe farlo partire per una cifra dai 20 ai 25 milioni di euro: lo seguono United, Chelsea e Newcastle. Venti milioni da Demiral, un’altra ventina da Rabiot e la Juve potrebbe partire così all’assalto di Koulibaly del Napoli. Con l’addio di Chiellini e con Bonucci sempre più a mezzo servizio, serve un difensore granitico, in grado di raccogliere un’eredità pesante come quella del capitano. Allegri ci conta. Anche se non sarà facile convincere uno come De Laurentiis.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo