Federico Bernardeschi
Sport
Tre punti tra le polemiche

La Juve sbanca Cagliari con un gol di Bernardeschi e resta nella scia del Napoli

Nella ripresa, Douglas Costa, entrato al posto di Dybala, serve l’assist decisivo all’ex viola. Sardi furiosi per un tocco di mano in area dello stesso Bernardeschi

Basta Bernardeschi per regalare tre punti d’oro alla Juve. L’ex viola salva una Juve apparsa un po’ sottotono a Cagliari e consente alla squadra di Allegri di rimanere nella scia del Napoli. E’ stata una partita difficile, con una coda polemica nel finale per un presunto mani dello stesso Bernardeschi che ha fatto gridare al rigore.

DOPPIO PALO PER I BIANCONERI
Ogni tanto la squadra di Allegri accusa qualche pausa, ma stavolta ha vinto pur non mostrando una netta superiorità. Tutt’altro. I sardi hanno molto da recriminare. Diego Lopez, privo di Joao Pedro e Miangue, squalificati, aveva schierato Pisacane in difesa e Barella in mezzo al campo. Allegri, rispetto alla partita di campionato contro il Verona aveva inserito Barzagli terzino, Pjanic alla regia e Bernardeschi in attacco. E’ stata una partita complicata per la Juventus che per una ventina di minuti ha messo sotto il Cagliari, colpendo due volte i legni con Dybala (punizione che al 9′ ha baciato la traversa) e con Bernardeschi (sciabolata di sinistro che al 17′ ha fatto tremare il palo alla destra di Rafael). C’e’ stato pure un gol di Benatia (in offside) annullato al 21′.

IL CAGLIARI SI FA PERICOLOSO
Ecco, dopo queste iniziative che avevano dato l’impressione di un dominio incontrastato della squadra di Allegri, il Cagliari ha cominciato a proporsi in avanti, mettendo in difficoltà la Juventus. I protagonisti sono stati Pavoletti e Szczesny che hanno cominciato un duello in cui i colpi di testa dell’attaccante rossoblù hanno messo a dura prova la bravura del portiere juventino. Prima Pavoletti ha messo di poco alto su traversone di Faragò da destra. Poi il portiere polacco ha dovuto salvare in due tempi, sempre di testa, sul colpo di testa dell’attaccante. Infine in chiusura di primo tempo Pavoletti ha messo in moto Farias sulla destra: il tiro dell’attaccante sardo è stato deviato da Szczesny sul palo alla sua sinistra. Insomma, la Juventus, dopo l’inizio abbastanza autorevole ha avuto una flessione e il Cagliari si è reso pericoloso. Matuidi ha trovato in Romagna un controllore molto agguerrito; Higuain non ha visto molti palloni e la Juve sugli esterni si e’ resa pericolosa solo con qualche iniziativa di Bernardeschi.

BERNARDESCHI GOL, POI IL FALLO DI MANO SOSPETTO
Nel primo tempo si è visto insomma un buon Cagliari che ha talvolta messo in difficoltà la squadra di Allegri. Anche nella ripresa Pavoletti si è reso pericoloso. Al 4′ Dybala è uscito per un problema muscolare alla coscia destra. E’ stato Douglas Costa a sostituirlo, andando a destra mentre Bernardeschi è finito dalla parte opposta. Costa ha subito messo una palla all’incrocio sulla destra di Rafael, ma di poco alta. Un infortunio alla testa ha costretto Khedira a uscire, sostituto da Mandzukic. Pjanic ha tirato fuori dal limite, mancando un’occasione d’oro. Chiellini di testa ha sfiorato la traversa, infortunandosi al capo nello scontro con Pisacane. Ha continuato a giocare inturbantato. Lopez ha fatto entrare Sau al posto di Ionita, per portare l’assalto finale. Douglas Costa in contropiede ha messo fuori una palla con Rafael fuori porta. Ma al 29′, la Juve è passata: Douglas Costa da destra basso e Bernardeschi ha insaccato. Molto arrabbiati i sardi perché nella precedente azione Benati aveva colpito col braccio aperto Pavoletti. Un mani (braccio sinistro) di Bernardeschi in area ha scatenato le proteste dei sardi, dopo che la VAR ha negato il rigore.

Il tabellino
Cagliari-Juventus 0-1

CAGLIARI (3-5-2): Rafael; Romagna, Ceppitelli, Pisacane (43’st Giannetti); Faragò, Ionita (14’st Sau), Cigarini, Barella (41’st van der Wiel), Padoin; Farias, Pavoletti. In panchina: Cragno, Crosta, Andreolli, Capuano, Deiola, Dessena, Cossu, Melchiorri. Allenatore: Lopez.
JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Barzagli, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira (15’st Mandzukic), Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (34’st Lichtsteiner), Higuain, Dybala (5’st Douglas Costa). In panchina: Pinsoglio, Loria, Asamoah, Rugani, Sturaro, Bentancur Allenatore: Allegri.
ARBITRO: Calvarese di Teramo
RETI: 29’st Bernardeschi
NOTE: serata serena, terreno in buone condizioni, spettatori 16mila circa. Ammoniti: Matuidi, Bernardeschi, Pavoletti. Angoli: 5-1 per il Cagliari. Recupero: 3′; 6′.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo