juve mascherina
News
IL REPORTAGE

La Juve, la onlus, i fiori, i marchi: quando la mascherina è di moda

I torinesi le personalizzano, sfoggiarle diventa sinonimo di vanto

Papà Davide ha trasmesso a suo figlio Armando una grande passione, quella per i colori bianconeri. Ed eccoli in giro per una passeggiata lungo via Garibaldi, con due mascherine della Juventus, da veri tifosi della Vecchia Signora. Davide, a Torino con la moglie e il figlio, arriva dalla provincia di Vercelli. «Veniamo da Crescentino – spiega -, e siamo arrivati in città perché sto per aprire uno studio di tatuaggi». Coltivando una passione comune a molti in città: la Juve.

Rachele e la figlia Virginia viaggiano in bici lungo le strade del centro, approfittando della giornata di sole. Indossano una mascherina della onlus ConVoglio, associazione nata nel 2014 che, allo scoppio dell’emergenza sanitaria, ha convertito la produzione di manufatti in stoffa in produzione di mascherine. Ne ha distribuite più di 6mila, il cui il ricavato va all’associazione Terza Settimana.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo