Alzheimer
Volontariato
L’INCHIESTA

La giornata Mondiale dell’Alzheimer: in Italia 1,5 milioni di casi di demenza

Numero destinato però ad aumentare del 56% entro il 2050. E da lunedì via agli incontri

Una recente ricerca dell’Università di Washington pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica Lancet ha stimato che che in Italia ci siano attualmente quasi 1,5 milione di persone affette da demenza: numero destinato però ad aumentare del 56% entro il 2050, quando le persone con demenza – anche per il veloce invecchiamento della popolazione italiana – potrebbero sfiorare i 2,5 milioni di euro. Numeri impressionanti, ma ancora bassi se si considera che non tengono conto anche di quanti, per la maggior parte familiari, si occupano di assistenza.

Da qui la necessità di un sempre maggiore numero di iniziative rivolte alla prevenzione, dal momento che evidenze scientifiche associano alcuni fattori di rischio all’insorgenza della demenza (diabete, ipertensione, obesità, fumo, depressione, inattività fisica), e alla diagnosi precoce, per rallentare il peggioramento dei sintomi. E così in concomitanza della XXIX Giornata Mondiale della Malattia di Alzheimer del 21 settembre, l’associazione Alzheimer Piemonte, presso la propria sede in via Bellezi 12/G, per aumentare consapevolezza e conoscenze, ha organizzato un fitto calendario di appuntamenti.

Si inizia lunedì 19 settembre quando saranno presenti i medici geriatri dell’Unità Operativa Alzheimer dell’ospedale Fatebenefratelli di San Maurizio Canavese a partire dalle 9 sino alle 18 per incontri individuali di 30 minuti (su prenotazione) in cui rispondere a quesiti inerenti la terapia farmacologica e la gestione della persona malata. Sono previsti, poi, per tutta la settimana incontri specifici secondo il seguente calendario:

martedì 20 settembre dalle 9.45 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 19 sarà possibile incontrare la dottoressa Gisella Riva e Alessia Pascali (psicologhe); mercoledì 21 settembre alle 16.30 la dottoressa Maria Teresa Mainero (dietista); venerdì 23 settembre alle ore 17.30 il professor dottor Maurizio Bellucci Sessa (fisiatra); sabato 24 settembre dalle 15.30 alle 18.30 Giuliano Maggiore, presidente dell’Associazione Alzheimer Piemonte (incontri di un’ora con gruppi di 5-6 persone massimo).

Tutti gli incontri sono gratuiti, rivolti ai familiari dei malati di Alzheimer e a chiunque voglia partecipare. Per tutti gli incontri in calendario è obbligatoria la prenotazione (011.5184444 o 011.5092102 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 15.30).

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo