La donna era ricoverata all’ospedale di Rivoli per dei problemi respiratori
News
RIVOLI

La gaffe dell’ospedale: «Sua madre è morta». La donna invece è viva

L’Asl To3 si è scusata per l’incredibile errore

Passare dalla disperazione di apprendere che tua madre è appena morta in un letto d’ospedale alla gioia, mista a molta rabbia, dello scoprire che non era vero. Che tua mamma era, per fortuna, viva.

No, non è la trama di un film di prossima uscita bensì quello che è realmente accaduto il 10 settembre scorso all’ospedale di RivoliUn caso di malasanità a tutti gli effetti che ha visto protagonista – e ne avrebbe di certo fatto a meno – una donna di 78 anni di Giaveno, ricoverata per alcuni problemi di natura polmonare: una patologia cronica che la costringe a vivere con la bombola dell’ossigeno e che l’aveva portata a un primo ricovero il 7 settembre, alle dimissioni l’8 settembre e a un nuovo ricovero il 9 settembre, sempre per problemi respiratori.

Giovedì 10, all’improvviso, la figlia riceve la telefonata dell’ospedale che le annuncia come la madre fosse morta: «Signora, purtroppo sua madre ha avuto un arresto cardiaco ed è deceduta. Dovrebbe venire in ospedale».

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo