Politica
Il sindaco in Consiglio comunale: “Lascio i giudizi di responsabilità amministrativa e penale ai giudici”

LA DECISIONE. Torino, Conti Comune: Appendino invia le carte alla magistratura

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
“Esistono due procedimenti aperti: ho provveduto ad inviare alla Corte dei Conti ed alla Procura della Repubblica copia di tutta la documentazione in mio possesso“. Lo ha ribadito in Consiglio comunale la sindaca di Torino, Chiara Appendino, in merito ai conti della precedente amministrazione comunale e ai presunti disallineamenti con quelli delle società partecipate. “Questa è la sede politica e amministrativa nella quale compiere alcune valutazioni sullo stato del bilancio della Città, in particolare su come lo abbiamo trovato e cosa abbiamo fatto per chiudere l’anno con un unico obiettivo, salvaguardare i servizi essenziali – ha aggiunto la prima cittadina illustrando la delibera di assestamento di bilancio -. Non è la sede né per giudizi di responsabilità amministrativa, a quello ci penserà se sarà il caso la Corte dei Conti, né per giudizi di responsabilità penale, riservati alla procura della Repubblica e al Tribunale“.

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo