cupola
News
VIA TARTINI

La cupola diventa una trappola: «Cade a pezzi, già 4 incidenti»

L’ultima manutenzione quattro anni fa. Salerno: «I nostri fondi non bastano»

Ammalorata e ridotta in condizioni pietose ormai da troppi anni. La passerella pedonale di via Tartini angolo via Perosi continua a mietere vittime. L’ultimo incidente martedì scorso quando una signora anziana, camminando sulle assi in direzione del supermercato, è caduta ed è stata soccorsa sul posto dai passanti. Per fortuna non è stato necessario l’intervento del 118 ma «con questo siamo già a quattro casi in poche settimane». Così nel mirino dei residenti del 33esimo quartiere di Barriera di Milano ci è finito quel vecchio cupolone in pessime condizioni. «Qui vengono i bambini a giocare – denuncia Maria Grazia, la donna che martedì ha soccorso la pensionata -. Ed è già capitato di veder rovinare al suolo sia giovani che adulti. Ci sono i chiodi che spuntano da terra, persino le blatte e la pulizia non esiste. Ma una manutenzione verrà mai fatta?».

Anni di oblio
La cupola e il camminamento in legno versano da anni in uno stato di carente manutenzione. I chiodi del camminamento in legno, ormai arrugginiti, escono dalla loro sede. Diventando un pericolo per i bambini che frequentano la zona, utilizzandola come campo da calcio improvvisato. Di disinfestazioni, inoltri, neanche a parlarne. Sul caso si è espresso il capogruppo di Forza Italia in Circoscrizione 6, Domenico Garcea. «Giusto l’altra settimana – racconta Garcea -, avevo chiesto interventi urgenti in Consiglio. La manutenzione ordinaria, ormai, è un optional. E questi sono i risultati».

Problemi già oggetto di una vecchia interpellanza del capogruppo della Lega alla 6, Enrico Scagliotti. «La struttura avrebbe bisogno di essere completamente rimessa a nuovo – spiega Scagliotti -. Un anno fa ho chiesto provvedimenti ma oggi siamo ancora da punto a capo. Le tavole in legno, a questo punto, vanno rimosse e sostituite con un materiale più idoneo».

La manutenzione
Le condizioni della cupola, completamente imbrattata e rovinata, sono state monitorate negli anni anche dal centro civico della Sei. «Abbiamo eseguito alcuni lavori di ordinaria quattro anni fa – replica la presidente della Circoscrizione, Carlotta Salerno -. Ma è chiaro che non possono essere sufficienti. La cupola è così mal ridotta che servirebbero migliaia di euro per rimetterla a posto». La palla passa così all’amministrazione centrale che in tempi non sospetti aveva già ammesso «la necessità di un intervento di manutenzione straordinaria risolutivo del problema». Che ora il quartiere chiede a gran voce.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo