Schermata 2017-06-22 alle 08.12.33
News
VIA CIGNA

La cittadella del gusto a Barriera. Duemila metri di bar e ristoranti

In autunno apre “Edit”, con laboratori, un bakery cafè e un pub da 250 posti

Cambierà il volto di Barriera di Milano, donando alla città un nuovo punto di incontro. E riqualificando l’ex Incet di via Cigna. Edit, concept innovativo che ha l’obiettivo di diventare un punto di riferimento nel panorama gastronomico di Torino, prenderà forma come luogo di educazione e condivisione nella produzione e nel consumo del cibo. Teatro in un futuro imminente, si parla dell’autunno per l’apertura, di sbarchi di chef del panorama nazionale e internazionale.

Edit si svilupperà su due piani e una superficie di oltre 2mila metri quadri. Il progetto, che ha preso vita da un’intuizione dell’imprenditore torinese Marco Brignone, mira ad applicare al settore del food & beverage i più innovativi trend contemporanei: il coworking e la sharing economy.

Lo spazio sarà diviso in cinque aree: un bakery cafè, un birrificio con brew pub, un cocktail bar, un ristorante con cucina a vista e quattro cucine professionali. Al piano terrà nascerà un laboratorio di panificazione e pasticceria con spazio caffetteria aperto al pubblico. Con cucina naturale, vegetariana ed organica, realizzato in collaborazione con Lavazza che ha consentito anche il coinvolgimento del cuoco svizzero Pietro Leemann. Il birrificio, invece darà l’opportunità di conoscere i segreti delle birre artigianali. Sul bancone si posizioneranno 19 spine, con birre nostrane e altre provenienti dal resto del mondo. Il pub ospiterà 200-250 posti mentre al piano superiore ci sarà il cocktail bar gestita dal Barz8. In questa zona troverete una cantina a vista e una sala esclusiva, per metà sospesa nel vuoto e posizionata tra il bar e il ristorante guidato dagli chef stellati Costardi Bros. Un luogo emblematico, con una cucina centrale a vista circondata da sedute al bancone. Infine le cucine saranno messe a disposizione di privati. Per rispondere alle esigenze di numerose start up e piccole imprese.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo