CentroVuoto
Il Borghese

La città viva e il centro vuoto

Ieri vi abbiamo raccontato una bella storia, anzi tante belle storie: quelle dei commercianti di Parella premiati dalla circoscrizione 4 per la loro fedeltà al lavoro e al quartiere, oltre cinquant’anni sempre dietro al bancone, a far crescere l’attività, a farla passare di genitore in figlio, oppure a difenderla dai colpi della crisi (delle tante crisi, per essere corretti), delle difficoltà di un settore sempre nel mirino e non ultimo dall’impatto della pandemia. Sono storie di vita, storie di una città. Ed è più triste, invece, il contraltare a quella ricchezza di sorrisi e determinazione che vi abbiamo offerto, ossia il centro della città dove tante sono le serrande ancora abbassate, forse per sempre.

Attività storiche hanno detto addio ai luoghi aulici della città: via Po senza i suoi negozi di dischi, compreso quello che era un punto di riferimento per il punk, il rock duro, per l’abbigliamento e i biglietti, ma anche senza quell’avventura più recente che aveva occupato i locali di un’altra realtà storica poi sparita, ormai da anni, ossia la libreria Città del Sole. E piazza San Carlo orba di caffè storici, uno dei quali riaprirà solo perché incorporato nel progetto più ampio che fa capo a una fondazione bancaria (ormai, in città, sono queste realtà che posseggono i fondi, la pecunia e ci si aggrappa).

La crisi, certo, ma anche la pandemia, sempre quella, che ha cambiato le abitudini di vita, che ha chiuso le nostre città per lunghi mesi. E ancora oggi, con meno gente in giro, con molti uffici ancora in smart working, il centro fa fatica, arranca. Mentre la periferia, sempre così denigrata, osservata solo quando diventa problematica, mostra capacità di resistenza e di vita, si conferma ciò che può tenere in piedi una città. Se lo appuntino i candidati, anche dopo che saranno stati eletti, nel caso gli venisse la tentazione di non mostrarsi più da quelle parti.

andrea.monticone@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Il Borghese
EDITORIALE DEL GIORNO
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo