parcheggio discordia
Cronaca
STRADA LANZO

La ciclabile della discordia taglia un parcheggio su due

Gli scavi cancellano 120 posti auto. Crescimanno: «Ne recuperiamo 60»

La pista ciclabile di strada Lanzo porterà via circa un parcheggio su due. Un problema a cui la Circoscrizione 5 ha cominciato a porvi rimedio aprendo una trattativa con il Comune di Torino che prevede la realizzazione di nuovi parcheggi a spina di pesce nelle vie laterali. L’obiettivo è tracciare venti nuovi posti auto in via Caltanissetta e altri venti in via Macherione. Allo studio l’istituzione del senso unico per un tratto di via Durando in direzione di strada Della Venaria, rendendo così possibile la realizzazione di altri sette parcheggi a spina di pesce. Un’altra possibilità è quella di istituire il senso unico per un tratto di via Pepe in direzione di via Paris, rendendo così possibile la realizzazione di altri cinque parcheggi a spina di pesce.

«Siamo riusciti a recuperarne la metà – spiega il presidente, Enrico Crescimanno -, soltanto perché abbiamo aperto un tavolo con l’amministrazione comunale e con l’assessora Foglietta. Altrimenti sarebbe stata una vera strage». Verranno anche resi disponibili gli stalli per il carico e lo scarico, per l’approvvigionamento dei materiali da parte dei commercianti della zona di Barriera Lanzo. Mentre per quanto riguarda il passaggio delle ambulanze e dei vigili del fuoco, è stato deciso di “aprire” lo spartitraffico in alcuni punti. In modo da garantire ai soccorsi e ad altri mezzi, come quelli dei pompieri, di poter svoltare e cambiare direzione. «In questo modo – conclude il coordinatore alla Viabilità della 5, Bruno Francavilla -, stiamo cercando di salvare tutto ciò che si può salvare. Sicuramente recuperare posti auto a lisca di pesce nelle vie limitrofe è già una buona notizia».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo