Fonte: Depositphotos
News
L’INCHIESTA

La chiusura dei centri commerciali divide tutti: «Rischiamo di fallire»

L’ordinanza di Cirio allarma il Lingotto: «Abbiamo appena aperto e già chiudiamo»

«Non abbiamo fatto in tempo a tirare su le serrande che già dobbiamo abbassarle». L’ordinanza emanata dal presidente della Regione Alberto Cirio che prevede la di chiusura dei centri commerciali nel week-end fino al 13 novembre (a eccezione dei settori alimentare e farmaceutico), non è certo andata a genio alle tante attività che questi sabato e domenica dovranno rinunciare a migliaia di euro di fatturato. Il caso più eclatante è proprio quello del Lingotto che soltanto ieri ha inaugurato 25 nuovi negozi all’interno del Padiglione V, riqualificato con un investimento di oltre 20 milioni di euro.

«Qui lo spazio non manca e tutte le norme di sicurezza vengono rispettate. Per le nostre 100 attività è una grande perdita, soprattutto per quelle che hanno appena aperto» spiega il direttore del centro commerciale di via Nizza, Fabrizio Cardamone, che ci tiene a puntualizzare: «Nei week-end non sono mai stati superati i limiti di capienza e il distanziamento è sempre stato assicurato, ma ovviamente ci atterremo alle disposizioni».

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo