cascina la nuova
News
CORSO UNIONE SOVIETICA

La cascina “la Nuova” abbandonata è in balia di disperati, topi e rottami

I locali interni sono stati vandalizzati. Trattori ed escavatori coperti dalla polvere

Trattori, escavatori ed altri mezzi marcati Jacobsen, abbandonati da chissà quanti anni. E ci sono anche tracce di una colonia felina. Tracce e basta, perché chi abita in zona giura, negli ultimi anni, di aver visto solo ratti, capaci di arrivare persino nel cortile e nelle stanze dell’attiguo istituto Primo Levi. Cascina “la Nuova” di corso Unione Sovietica, così chiamata perché costruita, nella seconda metà del ’700, sulle ceneri di un’altra cascina in quanto bisognava cambiare il tracciato dello stradone che da Torino portava a Stupinigi. Cantine, stanze focolari e camere con loggia, più una parte rurale composta da due stalle con fienili sovrastanti, forno e pozzetto d’acqua. Questo prevedeva il progetto, realizzato dall’architetto Giovanni Tommaso Prunotti di Guarene.

NEL DEGRADO
Un complesso storico che, non fosse caduto nel degrado, oggi sarebbe forse meta di visitatori. E invece la cascina “la Nuova” di Mirafiori si aggiunge all’elenco delle tante strutture della nostra città lasciate nel dimenticatoio, perché un progetto di recupero non è mai partito.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo