emre can
Sport
E sulla rimonta con l’Atletico: “Abbiamo mandato un segnale al mondo intero”

Juventus, le nuove sfide di Emre Can: “Voglio Champions e Nazionale”

Il centrocampista bianconero alla Bild: “Pensavo di meritare la convocazione, ci riproverò”
Le ultime prestazioni da protagonista con la maglia della Juventus non sono bastate a Emre Can per riguadagnare la convocazione in nazionale tedesca ed è un cruccio che il guerriero del centrocampo bianconero si porta dentro. “Non commento le decisioni del commissario tecnico, ma altrove le mie performance sono valutate in maniera diversa rispetto alla Germania. Continuo a coltivare il sogno di far parte della selezione e di essere un leader per la squadra”, confessa alla Bild.
Alla Juventus Can è cresciuto soprattutto tatticamente: “Non avevo mai giocato in questo modo, passando in continuazione dalla difesa a tre alla difesa a quattro. È stata questa la mossa che ci ha consentito di ribaltare la sfida con l’Atletico, un’idea geniale del nostro mister Allegri, da campione di scacchi. Per la prima volta nella storia del club abbiamo ribaltato una sconfitta del genere”.
Uno schiaffo a chi dava per spacciata la Juventus: “Non erano molti a credere in noi. Abbiamo mandato un segnale al mondo intero, vogliamo fortemente questo titolo. Ronaldo? Uno come lui, dopo una tripletta, è autorizzato a rispondere a Simeone e a esultare come vuole. Con lui mi trovo benissimo, non si direbbe ma è un tipo estremamente tranquillo, semplice e normale con tutti, non solo con i calciatori”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo