Filip Kostic (Depositphotos)
Sport
MANOVRE IN ATTACCO

Juventus, ecco Kostic: lo manda Vlahovic. Ora l’assalto a Depay

Accelerata doveva essere ed accelerata è stata. Massimiliano Allegri, nel lungo faccia a faccia con la dirigenza bianconera – Cherubini e Nedved in particolare – nel post-partita amichevole contro l’Atletico Madrid aveva invocato rinforzi, aveva invocato l’urgenza di avere in rosa Filip Kostic, calciatore serbo dell’Entraicht Frankfurt, trattato a lungo dalla Vecchia Signora quest’estate. Un’accelerata, dicevamo, arrivata nelle ultime 48 ore, quando i contatti tra la dirigenza della Vecchia Signora e quella tedesca si sono infittiti. L’ultimo segnale è arrivato ieri, quando l’Eintracht non ha inserito nella lista dei convocati per la Supercoppa Europea da giocare contro il Real Madrid stasera, il calciatore d’attacco serbo. «Sta trattando con un’altra società», la giustificazione del club. Trattativa che da lì a poco sarebbe andata a buon fine: 13 milioni di euro più 4 di bonus per portare il 29enne sotto la Mole. La dirigenza bianconera sta facendo di tutto – in ambito logistico – per poter mettere Kostic a disposizione di Massimiliano Allegri nel più breve tempo possibile.

CHI E’ KOSTIC
Esterno d’attacco mancino, Kostic è alto 184 centimetri. Forte fisicamente, ha mosso i prima passi in Serbia, nelle fila Radnicki Kragujevac fino a raggiungere la prima squadra. Nel 2012 si trasferisce nel campionato olandese, nelle fila del Groningen. Lì gioca da ala pura: in 2 stagioni colleziona 50 presenze, condite da 12 gol e 9 assist. Poi l’approdo in Bundesliga, nelle fila dello Stoccarda prima e dell’Amburgo dopo. Ma la vera e propria esplosione del nazionale serbo – amico e compagno di nazionale di Dusan Vlahovic – c’è stata negli anni trascorsi a Francoforte. Qui ha iniziato a giocare nel 3-4-1-2. Con indosso la maglia numero 10, il 29enne ha collezionato 169 gare, 33 gol e 63 assist in quattro stagioni. E proprio a proposito di assist, Kostic è maestro dell’ultimo passaggio. Grazie alle sue giocate, il serbo ha trascinato l’Eintracht alla vittoria dell’Europa League 2021/2022, risultando il miglior giocatore della competizione europea. Sbarca in Italia proprio per dare man forte a un attacco decisamente spuntato e una trequarti che dalla cintola in su ha dimostrato finora di avere poche idee.

MANOVRE IN ATTACCO
Non solo Kostic. Allegri aspetta altri rinforzi in attacco: nelle ultime ore è tornato prepotentemente alla ribalta il nome dell’olandese Memphis Depay. L’ex Lione, con lo sbarco di Lewandowski al Barcellona, è sempre più chiuso in attacco. La Juve va a caccia di una prima punta da affiancare/alternare a Vlahovic e prepara un’offerta biennale al calciatore. Il “piano B” porta a Mauro Icardi, vecchio pallino di Allegri, finito ai margini del Psg.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo