juventus femminile gn
Sport
CALCIO FEMMINILE

Juve Women, c’è il Servette per fare la storia in Europa

Stasera la sfida contro le svizzere: «Per noi è una grande chance»

Quella odierna si candida a essere la serata più importante della storia della Juventus Women. La squadra guidata da Joe Montemurro alle ore 21 ospiterà all’Allianz Stadium il Servette (con la diretta su Dazn), nell’ultima giornata della fase a gironi di Champions League e, in caso di vittoria, sarà qualificata ai quarti di finale. Le bianconere sono padrone del proprio destino, perché nel Gruppo A hanno 8 punti in classifica, gli stessi del Wolfsburg, alle spalle degli 11 del Chelsea, ma possono contare sugli scontri diretti favorevoli, avendo pareggiato in casa nel recupero per 2-2 e avendo vinto in Germania per 2-0. «Contro il Servette – spiega Montemurro – i rischi potrebbero esserci nei primi venti minuti. Vogliamo controllare la partita fin dall’inizio, ci saranno emozioni e nervosismo, per noi è una grande chance. Dovremo rimanere calmi, capire come entrare subito in gara e gestire la palla dall’inizio». Le svizzere, numeri alla mano, non rappresentano uno spauracchio, non avendo segnato nei cinque incontri disputati e avendo invece subìto ben 19 gol. «Dovremo avere – afferma il tecnico – umiltà e rispetto per le avversarie, che sugli esterni possono farci male. Se controlleremo questa situazione, saremo già a buon punto. Dopo la sfida contro il Chelsea, mi aspettavo un po’ di stanchezza mentale e ci sta dopo venti partite. Con il Milan abbiamo visto qualche vuoto di concentrazione, la reazione però mi è piaciuta molto». Le campionesse d’Italia avranno il supporto del loro pubblico: «Ogni volta che giochiamo allo Stadium, è un’esperienza incredibile per noi. I tifosi non devono perdere questa occasione di venire. Sono convinto che sarà una notte speciale». La capitana Sara Gama potrebbe rientrare dopo l’infortunio, ma Montemurro non scopre le carte: «Tutte le ragazze sono importanti se giocano e se stanno in panchina, la sua energia ci aiuta molto». Il difensore si mette a disposizione: «Sono tornata acciaccata dalla Nazionale e abbiamo cercato di gestire le mie condizioni fisiche. Sono state settimane complicate con gli allenamenti. Spero di dare il mio contributo. Abbiamo lavorato molto per una partita così e non vediamo l’ora di scendere in campo. L’opportunità di entrare fra le prime otto d’Europa è qualcosa di straordinario».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo