Massimiliano Allegri
Sport
Le parole della vigilia

Juve, senti Allegri: “Derby, partita speciale. Per noi vale doppio”

Domani la sfida con il Toro. Matuidi titolare, ballottaggio tra Cuadrado e Bernardeschi per una maglia. Il mister: “Vincere non è normale. Settimo scudetto, obiettivo primario”

“Il derby è una partita speciale. Per noi è importante il doppio, perché dobbiamo vincere”. Così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, alla vigilia della sfida con il Torino. “Abbiamo messo carichi importanti di lavoro, la condizione non può essere al 100 per cento, ma ci arriveremo – ha aggiunto in conferenza stampa il mister bianconero – Quest’anno c’è una bella competizione interna e tutti alzano il livello di attenzione e concentrazione”.

“VINCERE NON E’ NORMALE, SCUDETTO OBIETTIVO PRIMARIO”
“Per noi arrivare in fondo e centrare il settimo scudetto, deve diventare l’obiettivo primario, perché è una cosa che non ha mai fatto nessuno a parte il Lione” ha poi aggiunto l’allenatore della Juve. “Una cosa deve essere chiara: vincere non è normale, è sempre una cosa straordinaria, perché vince solo uno – ha aggiunto Allegri-. Ogni anno che passa è sempre più difficile perché ci sono le avversarie che sono molto più agguerrite, quindi questo per noi deve essere un grande stimolo”.

“TORINO DA PRIME SEI POSIZIONI”
“Il Torino ha completato una squadra, che già l’anno scorso tecnicamente era forte, con giocatori dalle caratteristiche vicine a quelle del Toro, come Rincon, Ansaldi e Niang -ha proseguito il tecnico livornese  -. Quindi ha una rosa che quest’anno può ambire ad arrivare nelle prime sei posizioni e andare in Europa”. Belotti e Ljajic giocatori da seguire con maggiore attenzione: “Hanno qualità fisiche e tecniche importanti, ma noi abbiamo dei buoni difensori per fermarli. Hanno anche Niang e Iago Falque, è una squadra di qualità che quest’anno ha aggiunto forza fisica e solidità”.

“SERVE L’ENTUSIASMO DI TUTTI”
“Per affrontare questa stagione ci vuole grande entusiasmo, perché per fare una grande Champions bisogna fare un grande campionato e una grande Coppa Italia e quindi c’è bisogno di tutti. Serve grande entusiasmo dentro la squadra, dentro la società, nei tifosi”, ha concluso Allegri.

HIGUAIN HA LA NOSTRA TOTALE FIDUCIA, SI SBLOCCHERA’ 
“La cosa più importante è che Higuain ha la totale fiducia da parte dei suoi compagni, dell’allenatore, della società e dei tifosi. E’ un momento che ha fatto due, tre partite senza fare gol, ma succede. Come ritroverà il gol si sbloccherà” ha poi precisato Allegri esprimendosi così sul memento difficile di Gonzalo Higuain. “Già mercoledì ha attaccato l’area in modo migliore rispetto a quello che aveva fatto domenica – ha rimarcato il tecnico bianconero-. Poi ci sono tante partite, capiterà che una volta starà fuori lui, una volta starà fuori Mandzukic, una volta Dybala- Io devo cercare di gestire al meglio i ragazzi, perché ci sono tante partite da giocare e perché bisogna arrivare a marzo nelle migliori condizioni possibili”.

MATUIDI IN CAMPO, BALLOTTAGGIO CUADRADO-BERNARDESCHI
Per quanto riguarda la formazione, se Matuidi domani viene dato in campo (“dovrebbe essere titolare” dice il tecnico), l’allenatore non ha ancora sciolto il ballottaggio Cuadrado-Bernardeschi: “Devo valutare fra i due: Juan è in ottima forma, Federico si avvia a disputare un match da titolare”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo