Il tecnico della Juve Maurizio Sarri (depositphotos).
Sport
ULTIMA DI CAMPIONATO

Juve-Roma, è il momento della festa. Sarri: “Gioca chi non rischia nulla”

Il pensiero corre inevitabilmente alla sfida di Champions con il Lione

E’ il momento della festa in casa Juve. Domani, sabato 1 agosto, in occasione dell’ultimo match di campionato contro la Roma i bianconeri saranno premiati all’Allianz Stadium per il nono scudetto di fila. Una festa senza tifosi, ma è pur sempre una festa. Dopo, però, testa alla Champions: incombe il ritorno degli ottavi con il Lione.

LE DICHIARAZIONI DI SARRI (dal profilo Twitter della Juve):

SUL MATCH CONTRO LA ROMA:

«Domani ci saranno squadre spensierate e con la testa libera: può venir fuori una partita spettacolare».

SULLA FORMAZIONE:

«Chi giocherà domani? Lo valuteremo oggi e domattina, capendo chi ha bisogno di riposare e chi può giocare».

SU CR7:

«Vediamo come sta Cristiano per domani, è uno di quelli che ha giocato di più».

SU DYBALA:

«Dybala è in mano allo staff medico, tutto procede bene, ma non so quando rientra in gruppo».

SU RAMSEY:

«Forse Ramsey rientra in gruppo oggi, ci sono buone possibilità che giochi in Champions».

SUL CAMPIONATO:

«E’ stato un campionato atipico, difficilissimo e devastante per tutti, qualcosa di mai successo prima; le squadre sono affaticate mentalmente e fisicamente».

IL BILANCIO:

«Abbiamo avanzato baricentro, possesso palla e supremazia territoriale. Per essere il primo anno sono soddisfatto, e so che abbiamo margini di crescita».

LA FESTA:

«Fra domani e venerdì ci sarà tanta differenza a livello mentale. E’ comprensibile che a livello emotivo ci sia una fase down, dovremo essere bravi a recuperare tutte le energie possibili. Giocherà chi non rischia nulla e cercheremo di fare una bella festa».

SU PIRLO:

«Allenare un giocatore come Pirlo? Mi sarebbe piaciuto, e credo che lui si sarebbe trovato bene con le mie idee di calcio. Con i giocatori della Under 23 potrà lavorare bene, sono ragazzi con qualità ed entusiasmo, sono contento di loro».

SUL PROSSIMO CAMPIONATO:

«In un mestiere come questo staccare una ventina di giorni è fondamentale: mi auguro che il campionato riparta nei tempi adeguati per consentire a giocatori e staff di ricaricarsi».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo