DYBALA
Sport
0,5 IN PIÙ A PARTITA

Juve, quanti rimpianti. Con Dybala in campo è tutta un’altra storia

«Non lo ha vinto l’Inter, lo ha perso la Juventus», scrive qualche tifoso bianconero sui social network dopo la vittoria convincente della squadra di Andrea Pirlo sul Napoli dell’amico fraterno Gennaro Gattuso. L’ennesima dimostrazione di forza data dai bianconeri contro una big quest’anno: dalla larga vittoria in trasferta contro il Barcellona in Champions League ai successi contro Milan, Roma e Lazio in campionato. All’appello mancava il Napoli – vittorioso di rigore nella partita di ritorno -, comunque battuto in gara secca in Supercoppa Italiana. E manca ancora la capolista, l’Inter, comunque eliminata nella doppia sfida di Coppa Italia sempre dai bianconeri di Andrea Pirlo. La Juve è mancata contro le cosidette “piccole”. Ma soprattutto alla Juve è mancata come il pane la “variabile Dybala”, l’uomo dell’imprevidibilità in fase offensiva, l’uomo capace di sparigliare le carte con un’azione delle sue, come è accaduto mercoledì all’Allianz Stadium nella delicata sfida contro il Napoli dopo soli 4 minuti scarsi dal suo ingresso in campo. «Quanto ci sei mancato Dybala!», esultano i tifosi bianconeri via social. E basta scorrere le statistiche per capire a fondo quanto sia pesata l’assenza della Joya in termini di punti: i bianconeri, infatti, viaggiano a una media di 2.3 punti a partita nelle 12 partite di questa Serie A in cui Dybala ha giocato, media che si abbassa a 1.8 nelle 17 gare disputate senza di lui. Il futuro dell’argentino resta un’incognita : più che una trattativa, quella per il rinnovo del contratto del numero 10 con la Vecchia Signora, ormai ha preso sempre di più le sembianze di una telenovela, argentina appunto. La Juve offre 9.5/10 milioni di euro a stagione, lui vuole arrivare a 15, cifra decisamente fuori budget, specie in tempi di pandemia. Dybala, intanto, lavora per convincere Pirlo a regalargli il prima possibile una chance dal primo minuto, magari assieme a Chiesa e CR7, per formare un trio delle meraviglie. L’obietti – vo della Joya è, non solo lanciare la Juventus nella volata finale, ma anche toccare quota 100 gol segnati in maglia bianconera. Il traguardo è a un passo. L’argentino, in questa speciale classifica, è incalzato da CR7, già arrivato a quota 97 in maglia Juve. Il portoghese macina record su record. Dopo aver sorpassato nei gol complessivi segnati in carriera Romario (773 gol), ora punta Bican a 805 reti segnate in carriera.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo