cavani
Sport
IL FATTO

Juve, mercato al risparmio. Cavani, Martial o Icardi: è caccia agli scontenti

Allegri vuole un numero 9 per gennaio ma i soldi sono pochi

Nessuna spesa folle, ma occhi sugli scontenti e sulle occasioni: sarà un mercato al risparmio in casa Juventus, anche se qualche innesto è d’obbligo. E da una parte bisognerà stare attenti al bilancio e alle spese, considerando anche che i movimenti del club rimangono sotto la lente d’ingrandimento dell’inchiesta legata allo scandalo plusvalenza, e dall’altra servirà aggiungere gol alla formazione di Massimiliano Allegri, al momento tredicesimo attacco di tutta la serie A dietro addirittura a Bologna, Sampdoria ed Empoli. Impossibile sognare Dusan Vlahovic, molto più verosimile pensare a vecchie conoscenze del calcio italiano: Edinson Cavani e Mauro Icardi, infatti, continuano ad essere i nomi nella testa di Andrea Agnelli, Pavel Nedved e Federico Cherubini. I massimi dirigenti bianconeri pensano agli ex bomber di Napoli e Inter per rinforzare un reparto che, rimasto orfano di Cristiano Ronaldo, non è stato costruito a dovere. L’uruguayano lascerebbe volentieri il Manchester United, l’argentino non si è mai ambientato così bene a Parigi, ecco perché sembrano loro i principali obiettivi per il mercato di riparazione. Otto presenze in tutta questa prima parte di stagione per il Matador, 18 gettoni per Maurito ma in tante occasioni per una manciata di minuti: questo lo score dei due vecchi capocannonieri del nostro campionato. E poi, leggermente più indietro nella corsa al posto di nuovo attaccante della Juve, c’è anche Anthony Martial, altra pedina che nella sponda Red di Manchester non sta più trovando le gioie di un tempo. Anche per il francese tanta panchina, con un solo gol realizzato nei 202 minuti in Premier League spalmati su sette presenze. Cavani, Icardi e Martial: è questo il tris di nomi dal quale uscirà il rinforzo per l’attacco di Allegri, con Moise Kean e Kaio Jorge fin troppo acerbi per poter caricarsi sulle spalle il peso della squadra bianconera.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo