Foto: Depositphotos
Sport
LA SETTIMA DI FILA

La Juve vince a fatica: una magia di Milik per sbancare Cremona

Cinquantadue giorni dopo l’ultima, la Juventus di Massimiliano Allegri riprende da dove aveva finito, con una vittoria, la settima consecutiva in campionato, senza subire gol. Finisce 1-0 ma sbancare Cremona, però, non è stato facile. È servita una magia su calcio di punizione di Milik nel primo minuto di recupero della partita. La truppa bianconera, travolta durante la sosta per il mondiale dall’affaire giudiziario-societario che ne ha azzerato i vertici, prova a mettere la testa sotto una campana di vetro e prova a continuare l’inseguimento a Napoli e Milan in campionato, nella speranza che a fine stagione i conti di classifica non si debbano fare sub iudice.

Nel primo tempo Allegri sorprende tutti schierando titolare una formazione inedita: dall’inizio ci sono i tre giovani: Soulè, Miretti e Fagioli. Gatti in difesa, mentre Alex Sandro e Kean restano a guardare in panchina assieme a Chiesa. Sugli spalti – nella sua Cremona – spunta uno striscione dei tifosi bianconeri: “Luca Vialli segna per noi”. Nei primi 45 minuti il più propositivo è il giovane talento argentino Soulè: il classe 2003 ci prova un paio di volte con il mancino. Padroni di casa pericolosi in un paio di occasioni. La più ghiotta arriva con il palo di Dessers al 69°. Allegri cambia tutto e mando in campo l’artiglieria pesante con Kean, Chiesa e Rabiot. Kean fa reparto da solo e costringe la Cremonese ad un fallo al limite. Batte Milik e gol vittoria. «Sapevamo dell’importanza e delle difficoltà di questa partita -l’analisi di Allegri a fine gara -, perchè comunque la Cremonese è una squadra che pressa, corre, è ben organizzata, alzano queste palle, sono bravi sulle seconde palle. Noi nel primo tempo abbiamo sbagliato molto tecnicamente. Rientrando in campo dopo 52 giorni a giocare una partita di campionato, c’erano tante incognite e nel secondo tempo siamo andati meglio. È vero che abbiamo rischiato sul palo, però è stato un errore nostro, potevamo fare gol prima. È stata una bella vittoria perché abbiamo fatto un altro passetto in avanti, abbiamo allungato sulla 5ª e questo è molto importante».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo