L'Allianz Stadium di Torino (depositphotos).
Cronaca
Niente big match domani sera

Juve-Inter rinviata al 13 maggio: saltano altre quattro partite

Decisione della Lega “per non dare l’immagine di un paese fermo per coronavirus”. Juve-Milan di Coppa Italia a porte aperte ma l’accesso sarà vietato ai residenti di tre regioni

Clamoroso, Juventus-Inter di domani sera non si giocherà. Né a porte chiuse, né a porte aperte. Il big match dello Stadium tra prima e terza in classifica del campionato di serie A è stata infatti rinviata al prossimo 13 maggio. Come Juve-Inter, rinviate a maggio anche le altre quattro gare di questo turno che avrebbero dovuto giocarsi senza tifosi sugli spalti: Udinese-Fiorentina, Milan-Genoa, Parma-Spal e Sassuolo-Brescia.

Lo ha deciso la Lega di Serie A, che dopo aver dato nei giorni scorsi parere favorevole, anzi dopo aver spinto per la soluzione delle porte chiuse, ha improvvisamente cambiato registro. Controproducente, secondo i dirigenti della Confindustria del pallone, dare l’immagine di un’Italia chiusa per coronavirus, senza tifosi in tribuna, soprattutto con tanti paesi collegati per un match di cartello come Juve-Inter. Chiuso no, fermo sì: la Lega ha scelto il male che ha reputato minore.

Intanto la finale di Coppa Italia è stata rinviata di una settimana: si giocherà il 20 maggio.  Mercoledì prossimo all’Allianz Stadium è in programma la semifinale di ritorno di Coppa Italia tra Juventus e Milan.

Si giocherà a porte a porte, ma l’accesso sarà vitato ai residenti nelle regioni Lombardia, dal Veneto e dall’Emilia Romagna.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo