Pavel Nedved e Andrea Agnelli (Depositphotos)
Cronaca
L’annuncio è arrivato dalla società

Juve, dimissioni shock: due sindaci lasciano, criticarono il bilancio

«Scelta maturata a valle dell’assemblea il 27 dicembre 2022, che ha approvato il bilancio al 30 giugno 2022»

Non è finita la bufera esterna ed interna alla Juventus, coinvolta in un’inchiesta giudiziaria su presunti falsi dei bilanci 2020 e 2021, che potrebbe sfociare in un processo. Ieri la società ha annunciato che si sono dimessi due esponenti del collegio sindacale: Maria Cristina Zoppo e Alessandro Forte, per motivi «personali e professionali». Nominati il 29 ottobre 2021, Zoppo e Forte erano autori, col presidente Roberto Spada (firmatario dell’atto), della relazione sindacale del 6 dicembre scorso, in cui venivano evidenziate, riguardo al bilancio 2022 della Juve, criticità di natura contabile scaturite dalle cosiddette «manovre stipendi», al centro dell’inchiesta della magistratura. Nel documento si faceva esplicitamente riferimento «a rapporti intercorsi con altra società calcistica e con Cristiano Ronaldo». Riguardo a quest’ultimo, il procuratore aggiunto Marco Gianoglio, che coordina l’inchiesta dei pm Mario Bendoni e Ciro Santoriello, ritiene che la Juve sia in debito di 20 milioni di euro. Una cifra che non sarebbe stata dichiarata nemmeno nell’ultimo bilancio 2022, ma di cui si sarebbero invece resi conto gli ex sindaci, ad oggi dimissionari, che avevano avvisato la società scrivendo che era «opportuna una riflessione alla luce della rilevanza della posta in gioco, pari a circa 20 milioni». Questa è la cronaca del passato. Riguardo alle dimissioni, l’uni – ca informazione ufficiale è quella della Juve, che in serata ha diramato una nota: «Juventus football club rende noto che la dottoressa Maria Cristina Zoppo e il dottor Alessandro Forte, sindaci effettivi nominati in data 29 ottobre 2021, tratti dall’unica lista presentata dall’azionista Exor N.V., hanno rassegnato le proprie dimissioni con decorrenza dalla data odierna, per motivazioni di carattere personale nonché professionale dichiarando che la scelta “è maturata a valle dell’assemblea dei soci, in data 27 dicembre 2022, che ha approvato il bilancio al 30 giugno 2022 e che costituisce la fine di un ciclo di attività del collegio sindacale». juventus.com, sezione Club, Corporate governance, Organi di amministrazione e controllo), nonché sul sito di stoccaggio autorizzato “1Info” (www.1info.it). Ai sensi dell’art. 2401 cod. civ, i nuovi sindaci restano in carica fino alla prossima assemblea, la quale provvederà all’integrazione del collegio sindacale ai sensi delle applicabili disposizioni normative e statutarie». «Si precisa – conclude la società – che l’assemblea ordinaria dei soci già convocata per il prossimo 18 gennaio 2023 non potrà deliberare in merito non essendo l’argomento all’ordine del giorno ed essendo scaduti i termini per i necessari adempimenti pre-assembleari. Sulla base delle informazioni a disposizione alla data odierna, né i sindaci dimissionari dottoressa Maria Cristina Zoppo e dottor Alessandro Forte né i sindaci subentrati dottoressa Maria Luisa Mosconi e dottor Roberto Petrignani risultano detenere azioni della società».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo