allegri juve gn giacca
Sport
L’ANALISI

Juve, corsa al 3° posto per 23 milioni di motivi

Un bel tesoretto tra Coppa Italia e campionato

Un brutto scherzo al Napoli, Ivan Juric lo ha già tirato lo scorso anno. Per questo la Juve spera nel bis. Lo scorso campionato, il suo Verona, pareggiando al “Maradona” all’ultima giornata, permise ai bianconeri il fatale sorpasso in classifica e il conseguente piazzamento al quarto posto con tanto di Champions al seguito.

Ebbene, sabato pomeriggio il Torino (allenato da Juric appunto) sfiderà il Napoli. Venerdì sera, invece, c’è Genoa-Juventus. Un incrocio di partite interessante per quel che riguarda la corsa al terzo posto in classifica. Dopo aver infatti conquistato matematicamente la qualificazione in Champions League, bianconeri e partenopei duelleranno a distanza per l’ultimo posto disponibile sul podio. Un posto che vale poco statisticamente parlando ma che vale qualche milioncino in più dal punto di vista dei premi.

Al momento la Vecchia Signora incassa 17 milioni e 400mila euro tra quarto posto in Serie A (16 milioni e 200mila euro: 14.2 milioni dalla Lega e 2 milioni dal market pool Champions League) e raggiungimento della finale di Coppa Italia a Roma (1.2 milioni). Il jackpot, però, può ancora aumentare e raggiungere 23 milioni e 600mila euro in caso di terzo posto in campionato (20.8 milioni, tra i 16.8 della Lega e i 4 del market pool) e successo in Coppa Italia il prossimo 11 maggio contro l’Inter di Simone Inzaghi (al vincitore vanno 2.8 milioni).

PORTE APERTE
Per questo Massimiliano Allegri sta cercando di tenere alta la concentrazione dei suoi ragazzi. Ieri, alla Continassa, porte aperte ai tifosi bianconeri che hanno potuto assistere a tutto l’allenamento. A bordo campo si sono rivisti Locatelli e McKennie, reduci dai loro rispettivi infortuni. L’azzurro proverà ad esserci per la finale di Coppa Italia. Intanto stop in allenamento per Pellegrini: il terzino salta il Genoa.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo