Torino coach Ivan Juric and hellas Verona coach Igor Tudor during the italian Serie A soccer match Torino FC vs Hellas Verona FC at the Olimpico Grande Torino Stadium in Turin, Italy, 19 december 2021 ANSA/ALESSANDRO DI MARCO
Sport
QUI TORO

Juric torna a Verona e sfida l’amico Tudor

Confronto tra i due croati: «Per me è un fratello»

L’Hellas Verona e l’amico Igor Tudor, quella di domani sarà per Ivan Juric una partita molto particolare.

LA PRIMA VOLTA
Per il croato, infatti, sarà il primo ritorno da avversario in Veneto, contro una squadra e una piazza che gli hanno lasciato tantissimo. «Sono stato str…o con il presidente Setti, ma dentro di me sentivo che dovevo andare via» il retroscena raccontato dall’attuale tecnico granata negli scorsi mesi. E sono state due annate da ricordare, con un nono e un decimo posto, e soprattutto con la soddisfazione di aver lanciato tantissimi talenti come Amrabat, Pessina, Rrahamani e Kumbulla, giusto per citarne alcuni. Ora vorrebbe continuare il suo progetto sotto la Mole, anche se qualche dubbio sta cominciando a sorgere: «Dipende da quale strada vorranno prendere il presidente Cairo e la società» continua a ripetere già da qualche settimana. Intanto, lui si concentra a portare il Toro ancora più in alto: con Juric non si è più lottato per la salvezza ma i granata sono in una posizione di centro-classifica, ora l’obiettivo è diventato quota 50 punti. Il croato non l’ha mai centrata, al momento è a 47 con due partite da giocare. Venerdì prossimo (concesso alla Roma l’anticipo per consentire ai giallorossi di preparare al meglio la finale di Conference League del 25 maggio) la sfida contro Mourinho, domani pomeriggio il faccia a faccia con l’amico Tudor.

«COME UN FRATELLO»
«Non potevo immaginare un allenatore migliore cui lasciare il Verona, è come se fosse un fratello per me» le parole d’affetto dopo la vittoria conquistata nella gara d’andata. Sarà il terzo confronto tra i due, per il momento Juric è imbattuto con un successo e un pareggio (lo 0-0 tra l’Hellas e l’Udinese del settembre 2019). E i granata si presenteranno a Verona con quattro risultati utili nelle ultime quattro trasferte, ma con la delusione di aver perso in casa contro il Napoli nello scorso turno. «Siamo un po’ alla frutta, abbiamo dato tutto in questo campionato» l’ammissione di Juric dopo lo 0-1 dei partenopei all’Olimpico Grande Torino. Ma il tecnico vuole chiudere bene la stagione, poi programmerà il futuro con il presidente Cairo e con il direttore tecnico Davide Vagnati. Con l’obiettivo di continuare a crescere e di puntare l’assalto all’Europa.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Gruppo Gheron
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo