pellegri
Sport
EMPOLI-TORO

Juric sceglie Pellegri: «È tempo di pensare alla nuova stagione»

I granata vogliono continuare a stupire

L’attualità si chiama Empoli, ma Ivan Juric comincia a spostare l’attenzione un po’ più in là. «In estate ci saranno tante cose da fare» ha annunciato durante la conferenza stampa di vigilia. «Siamo concentrati sul finale di stagione e sul concludere bene questo campionato, poi faremo tutte le valutazioni del caso – aggiunge l’allenatore del Torino – ma sicuramente avremo tanto lavoro: nel mercato, inoltre, non sai mai chi possa andare via».

E su due dei big granata restano enormi punti interrogativi, con Andrea Belotti che continua ad avere il contratto in scadenza e Gleison Bremer che sta seriamente pensando di provare il salto in una big. A Empoli, inoltre, potrebbero non esserci nemmeno: «Il Gallo non partirà titolare – l’annuncio di Juric in vista della gara in programma oggi pomeriggio alle 15 allo stadio Castellani – e il difensore è da valutare perché non si è allenato per un problema alla caviglia».

Così potrebbero addirittura cominciare le prove di futuro senza i due leader, con Buongiorno piazzato in mezzo al terzetto difensivo e Pellegri alla prima chance da titolare. «Penso proprio che comincerà lui, voglio dargli un’opportunità» la scelta per cercare il sesto risultato utile consecutivo. Già a quota cinque i granata hanno centrato il record stagionale come striscia più lunga, ora il tecnico cerca ulteriori conferme: «L’obiettivo è proseguire su questa strada, voglio continuare nel processo di crescita e di continuità» la richiesta di Juric ai suoi ragazzi.

E potrebbero esserci altri rientri importanti: «Mandragora sta bene e penso giochi dal primo minuto, ci sarà anche Brekalo mentre su Praet voglio ancora vedere il suo percorso di recupero dopo gli sforzi di Bergamo» le altre scelte anti-Empoli. Sul portiere, invece, «non ho ancora deciso – ammette il croato – perché contro l’Atalanta avevo bisogno dei lanci lunghi di Vanja, adesso devo valutare: fino allo stop di qualche settimana fa, Berisha era in vantaggio su Milinkovic-Savic nelle gerarchie».

Sulla corsia mancina è previsto il ritorno di Vojvoda dopo il riposo al Gewiss Stadium, Lukic può essere confermato anche se Juric svela come funzionano i rigoristi: «Non li scelgo io, do libertà ai miei ragazzi – il retroscena dopo i tre penalty in due partite realizzati dal serbo con freddezza e precisione – anche perché ho brutti ricordi: al torneo di Viareggio ho insistito e il mio calciatore ha sbagliato, perciò ho deciso di non mettermi più in mezzo (ride, ndr)».

Intanto, si entra nella settimana del 4 maggio: «Ho già visitato il posto, ma non so che emozioni potrò provare» ha detto l’allenatore sulle celebrazioni per il Grande Torino. Infine, a poche ore dalla pesante sconfitta della Primavera del Toro per 4-1 nel derby contro la Juventus, il giudizio di Juric sui ragazzi di Coppitelli è particolarmente severo: «In questo momento non c’è nessuno pronto per la prima squadra» la sentenza del croato sui torelli che rischiano seriamente di finire ai play-out.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo