Ivan Juric (foto depositphotos)
Sport
IL CASO

Juric, aspetta e spera: in difesa ne restano 2

A 20 giorni dalla cessione di Bremer non c’è il sostituto

Aventi giorni dal passaggio di Gleison Bremer alla Juventus – era il 20 luglio scorso quando i bianconeri hanno annunciato lo sbarco del difensore brasiliano sul pianeta Juventus – il Toro di Ivan Juric non ha ancora un sostituto. Non un problema marginale per la squadra granata che di fatto ha perso il miglior difensore dello scorso campionato di Serie A. Non un problema marginale se si pensa che sabato prossimo il Toro si presenterà per il debutto in campionato con soli due difensori centrali di ruolo.

Con la squalifica di Alessandro Buongiorno – dopo aver rimediato un giallo all’ultima di campionato – e l’infortunio alla spalla destra di David Zima (il centrale classe 2000 resterà fermo per qualche settimana) e con Armando Izzo messo fuori rosa da Juric alla vigilia della sfida di Coppa Italia di sabato scorso contro il Palermo, dicevamo, restano solo due i centrali di ruolo a disposizione dell’allenatore croato. Per la sfida di sabato prossimo a Monza (fischio di inizio alle ore 20:45) è emergenza totale in difesa. Solo due i difensori di ruolo a disposizione: stiamo parlando dello svizzero, ex Milan, Rodriguez e dell’ex Nantes Djidji.

Servono, anzi, urgono rinforzi in difesa. Il tempo stringe. La pressione verso l’esordio stagionale in campionato aumenta. «Credo che per tutto quello che riguarda il mercato si è già detto tanto – aveva detto il vice di Ivan Juric, Mattia Paro, al termine della partita contro il Palermo -. Il confronto con la società è continuo. Tutti sanno quello di cui abbiamo bisogno». «Abbiamo perso otto giocatori importanti e dobbiamo sostituirli. Ma questo è stato detto e si sa, noi come staff lavoriamo sul campo. Aspettiamo novità”.

Dal canto suo, l’allenatore croato, dopo il video della rissa con il dt Vagnati di fine luglio, preferisce restare in silenzio, non prestando il fianco ad altre polemiche. «E’ concentrato sul campo», aveva tagliato corto Paro. Ma il campo, anzi il piatto, piange. Per questo ci si aspetta qualcosa dal mercato. I nomi su cui i granata sono al lavoro per la difesa sono i soliti noti: da una parte c’è il belga, ex Olimpique Lione, Jason Denayer. Dall’altra, invece, c’è il 22enne centrale olandese dell’Ajax Perr Schuurs.

Non solo difesa

Gli occhi puntati sulla difesa, però, non devono distogliere lo sguardo dagli altri reparti. Il nome forte per la trequarti è quello di Vlasic del West Ham: il croato, pagato solo la scorsa estate 30 milioni di euro, deve rilanciarsi. Il Toro cerca la formula giusto per poterlo ingaggiare.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo