L'aggiornamento dei provvedimenti

Italia-Bosnia, i Daspo salgono a 6: c’è anche un arresto

Fermata 26enne con 30 grammi di eroina, altri sostenitori balcanici sanzionati per resistenza a pubblico ufficiale

Foto Depositphotos

In aggiornamento il bilancio dei provvedimenti legati all’incontro di calcio tra Italia e Bosnia, disputato ieri sera all’Allianz Stadium di Torino e valevole per le qualificazioni a Euro 2020. Al match hanno assistito circa 30mila spettatori, tra cui 5mila a sostegno della nazionale balcanica.

Dopo i due provvedimenti Daspo già emessi dal questore nel primo pomeriggio di ieri, nella fase di afflusso allo stadio sono stati individuati altri due tifosi della Bosnia in possesso di fumogeni e bengala. Si tratta di un ragazzo svizzero di 25 anni e di un bosniaco di 28. Entrambi sono stati denunciati in stato di libertà per possesso di artifizi pirotecnici in occasione di manifestazioni sportive.

Nei loro confronti il questore di Torino ha emesso due provvedimenti di divieto di accedere alle manifestazioni sportive, in questo caso della durata di tre anni. Sempre nelle fasi di filtraggio è stata arrestata per detenzione di sostanza stupefacente una donna svizzera di 26 anni che deteneva 30 grammi di eroina. Da ultimo, due bosniaci di 20 e 27 anni sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale. Anche nei loro confronti è stato applicato provvedimento Daspo della durata di tre anni.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single