Fonte: Depositphotos
Cronaca
GRUGLIASCO

Investe un bambino e scappa: il pirata catturato poco dopo

Ha travolto un piccolo calciatore di 6 anni senza fermarsi a prestare soccorso

A stanarlo sono state le telecamere di videosorveglianza comunali, assieme ai dettagli riferiti da alcuni testimoni alla polizia municipale. È così che un automobilista di 58 anni, di Torino, è stato denunciato per omissione di soccorso dopo aver investito un bambino di 6 anni che stava attraversando la strada in via Leonardo da Vinci a Grugliasco, in prossimità del campo di calcio della società Bsr Grugliasco.

Il piccolo calciatore, tesserato proprio per l’associazione sportiva grugliaschese, ora si trova ricoverato all’ospedale pediatrico Regina Margherita. Qui, nelle prossime ore, sarà sottoposto a intervento per la riduzione della frattura dell’omero – l’osso che si trova tra la scapola e l’avambraccio – del braccio destro. A parte qualche piccola escoriazione e qualche livido, le sue condizioni non destano particolari problemi anche se lo spavento – per il piccolo quanto per i familiari – è stato grande.

Il bambino stava attraversando quando è stato colpito da quell’auto. Ma il conducente del mezzo non si è fermato per prestare i primi soccorsi del caso. Mentre la madre del piccolo si sincerava delle condizioni del figlio, altri genitori di ragazzini che stavano accingendosi ad entrare nella struttura sportiva per accompagnare i loro figli, hanno avuto la prontezza di annotarsi colore della macchina, modello e targa, poi consegnati alla polizia municipale di Grugliasco.

E per gli agenti della municipale, coordinati dal comandante Massimo Penz, in questo modo è stato un gioco da ragazzi trovare il pirata, anche monitorando il percorso che l’auto ha compiuto sul territorio grugliaschese nei minuti successivi all’incidente stradale: l’uomo è stato fermato qualche chilometro e qualche decina di minuti dopo il grave episodio, concluso con l’inevitabile denuncia.

Al momento le indagini sono in corso: i civich, infatti, stanno cercando di capire il perché il 58enne non si sia fermato e non abbia prestato i primi e fondamentali soccorsi di rito.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo