candurro
Spettacolo
L’artista romana svela i particolari della sua vita

INTERVISTA. La splendida attrice Miriam Candurro si confessa a CronacaQui

«Da Un posto al sole a Venezia. Così ho realizzato il mio sogno»

Classe 1980, Miriam Candurro è nota al grande pubblico per essere una delle protagoniste della soap di Rai 3 “Un posto al sole”, dove interpreta la dolce Serena Cirillo. Mamma e attrice instancabile, la Candurro si divide tra lavoro e famiglia, arrivando quest’anno a rappresentare la sua Napoli al Festival di Venezia.

Miriam, per il grande pubblico lei è la dolce Serena Cirillo della soap “Un posto al sole”. Come ha ottenuto quel ruolo?

«Ho sostenuto due provini, il secondo dei quali con Michelangelo Tommaso. Non sapevo molto di Serena, né quanto sarebbe rimasta nella soap. Ma ho avuto la sensazione che fosse un personaggio molto vicino a me».

C’è qualcosa che l’accomuna al suo personaggio?

« L’essere una sognatrice. Io sogno sempre, ad occhi aperti soprattutto. L’immaginazione è parte integrante della mia quotidianità».

E qualcosa che invece la differenzia? «Spesso si abbatte e si avvilisce alle prime difficoltà. Io non mi fermo mai, sono un treno in corsa!».

Il cast di “Un posto al sole” è ormai ben consolidato, com’è il vostro rapporto al di fuori del set?

«Ci vediamo, usciamo insieme. Ci vogliamo bene, ci sentiamo tante piccole parti di un unico ingranaggio. Non c’è rivalità, gioiamo dei successi altrui. È un qualcosa che non si riscontra in altre serie tv».

L’abbiamo da poco vista al Festival di Venezia con “Ve l e n o ”, di Diego Olivares. Com’è stato calcare quel red carpet e partecipare ad una delle kermesse più importanti al mondo?

«Emozionante. Ho avuto la sensazione di aver passato un piccolo traguardo. Non sono una di quelle che si pone obiettivi, specialmente a livello professionale. Quindi Venezia non era un obiettivo, piuttosto era un piccolo sogno. Ci ho messo vari giorni a realizzare che fosse successo davvero».

Ci può parlare del film e del suo ruolo?

«“Ve l e n o ” racconta la storia vera di una famiglia di agricoltori che si trova a fare i conti con le richieste della camorra di acquistare il loro terreno per lo sversamento dei rifiuti. Il mio personaggio, Adele, cede alle lusinghe economiche e si batte, contro la sua famiglia, per passare dalla parte sbagliata. Ha le sue ragioni, sicuramente non condivisibili. È stato un ruolo complesso da interpretare perché agli antipodi rispetto alla mia sensibilità».

Com’è cambiata la sua vita dal 2004, quando ha esordito nel film “Certi bambini”?

«Completamente. Pensavo di fare l’insegnante, in una classe di trenta alunni al massimo, e mi ritrovo ogni sera a recitare davanti a milioni di italiani. Ma non ho mai smesso di considerare questo un lavoro, e arrivata a casa stacco tutto e penso solo alla mia famiglia».

Attrice impegnata e madre di due bambini. Come fa a gestire tutto? «Con l’aiuto di un marito che mi aiuta e mi sostiene. E spiegando che la mamma parte, ma poi torna sempre a casa».

Sentimentalmente parlando, rappresenta un’eccezione nel mondo dello spettacolo, essendo sposata da ormai vent’anni . Qual è il segreto per un matrimonio duraturo?

«La tolleranza. La comprensione. Questi sono i miei segreti, non so se siano questi a far durare un rapporto. Forse sono stata semplicemente molto fortunata».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners