inquilini abusiva
Cronaca
VIA COGGIOLA

Inquilini cacciano gli abusivi: «Noi costretti a fare le ronde»

Due tentativi di occupazione sventati dai residenti, che ora hanno paura

Ad occupare quell’appartamento al primo piano, vuoto da ormai cinque anni, ci hanno provato due volte. Ma in entrambi i casi sono stati gli inquilini a mandare via i furfanti. Inquilini che adesso devono pure fare le ronde per evitare ingressi irregolari in un alloggio popolare di via Coggiola, a Mirafiori Sud. «La prima volta sono entrati dal cortile, nella seconda occasione dalla porta. Qui servono le telecamere – afferma Antonio Deiana, uno dei residenti – ma noi ormai facciamo le ronde. A turno restiamo svegli di notte e guardiamo dai balconi per evitare arrivi indesiderati». Nel palazzo, gli abitanti dei tredici appartamenti si sono messi d’accordo grazie a una chat creata su WhatsApp, per sorvegliare a rotazione lo stabile. Proprio l’altro ieri, questo stratagemma ha funzionato, perché qualcuno si stava arrampicando sui bidoni della spazzatura per poi provare ad entrare nelle case. Tornando invece alla tentata occupazione, la prima volta i protagonisti erano dei ragazzi che hanno provato l’ingresso dalla veranda del balcone, nel secondo tentativo a cercare di entrare erano invece delle donne. In entrambi i casi, si è trattato di persone di origine nomade. Sul posto sono arrivati i carabinieri, ma i nomadi erano riusciti già a darsi alla fuga. Non è la prima volta che avvengono fatti simili nella zona, perché l’anno scorso delle tentate occupazioni c’erano già state in via Togliatti, anche in quel caso sventate dai residenti del palazzo. In via Coggiola Atc è intervenuta insieme al fabbro e l’appartamento è stato messo in sicurezza. «Qui siamo tutti proprietari, ma visto quello che sta accadendo, ora quell’appartamento vogliamo comprarlo noi», afferma Antonio Deiana. E gli inquilini potranno farlo, partecipando alla prossima manifestazione d’interesse indetta da Atc. L’alloggio, sfitto da cinque anni, in tutto questo tempo non aveva mai ricevuto offerte.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo