influenza malato
News
Verso il picco

Influenza, attivati 330 posti letto in più negli ospedali di Torino e dell’area metropolitana

L’Assessorato regionale: “Pronto soccorso affollati ma situazione sotto controllo”

Negli ospedali di Torino e dell’area metropolitana torinese sono stati attivati 330 posti letto in più per fronteggiare il picco influenzale. La situazione dal punto di vista dell’affollamento nei pronto soccorso è sotto controllo, seppure con qualche criticità. E’ quanto emerge dall’incontro dell’assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta, con i vertici delle aziende sanitarie per fare il punto sull’applicazione dei piani di contrasto all’affollamento.

PIANI ATTIVI IN TUTTE LE ASL
Tutte le aziende sanitarie hanno avviato i propri piani tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre, mettendo a disposizione oltre 330 posti letto supplementari negli ospedali di Torino e provincia. Il tutto tenendo conto dei posti recuperati dai reparti meno utilizzati nel periodo, e di quelli attivati in strutture di lungodegenza e Rsa. In particolare, l’Asl Città di Torino ha messo a disposizione 140 posti letto, inclusi i 40 presso la Rsa Carlo Alberto che saranno attivi dalla prossima settimana. E la Città della Salute ne ha recuperati altri 55, con l’apertura, da oggi, del reparto-polmone da 20 posti.

CONFERMATO IL SUPPORTO AI DIRETTORI
La Giunta regionale, fa sapere l’assessore alla Sanità del Piemonte, Antonio Saitta, “ha confermato ogni possibile supporto ai direttori delle aziende sanitarie nelle azioni di contrasto al sovraffollamento, comprese le iniziative per favorire le dimissioni dei pazienti che non necessitano più di ricoveri ospedalieri e per utilizzare al meglio anche le disponibilità nelle Rsa”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo