L'arcivescovo Nosiglia
News
FUTURO A RISCHIO

L’INCONTRO. Nosiglia ai lavoratori dell’Embraco: “Informerò Papa Francesco”

Da settimane i dipendenti protestano con la speranza di impedire la chiusura dello stabilimento di Riva presso Chieri. L’arcivescovo di Torino: “Senza lavoro non c’è democrazia”

“Scriverò a Papa Francesco per riferirgli della difficile situazione dell’azienda”. E’ l’impegno assunto dall’arcivescovo di Torino, Cesare Nosiglia, nei confronti dei 537 lavoratori dell’Embraco a rischio licenziamento.

L’INCONTRO. 

Il monsignore, sotto una pioggia battente, ha raggiunto il presidio dei lavoratori davanti ai cancelli dello stabilimento di compressori di frigoriferi di Riva di Chieri. Un gesto “per portare la vicinanza della Chiesa torinese – ha aggiunto Nosiglia -. Chi pensa di risanare l’azienda licenziando i lavoratori è come se vendesse la sua gente. Non ci sono democrazia, giustizia, equità e solidarietà senza lavoro”. Presenti sul posto anche gli assessori al Lavoro della Regione Piemonte Gianna Pentenero e del Comune Alberto Sacco.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners