Drogato
Il Borghese

In pieno centro orrore e degrado

Forse ricorderete quelle fotografie in cui un gruppo di uomini si iniettavano eroina tra via Sacchi e il cavalcavia di corso Sommeiller. Immagini crude e devastanti soprattutto perché l’uso della droga a cielo aperto avveniva nel cuore pulsante di Torino, a due passi dalla stazione. Già allora scrivemmo che quella lunga teoria di capannoni dismessi, magazzini abbandonati e massicciate ferroviarie incustodite erano un ricettacolo di disperazione e delinquenza.

Ieri una storia tragica di segregazione e di violenza sopportate da una donna sui quarantanni con un passato sui palcoscenici della danza classica ci ha riportati negli stessi luoghi. A dimostrazione che nulla si è fatto per mettere in sicurezza un’area che va da corso Dante fino ai binari di Porta Nuova. Così ci siamo andati, come racconta il reportage di Enrico Romanetto a pagina 3, e siamo precipitati in un incubo.

Basta forse un’immagine a descrivere la situazione: un uomo che dorme a terra, quasi circondato da uno stormo di gabbiani che volteggiano su cumuli di spazzatura. Lui si alza barcollando e lentamente sparisce lungo la massicciata. Arriviamo al magazzino dove la poveretta ha vissuto in schiavitù per sei mesi prima di trovare la forza di sfuggire al suo carceriere. E lì comprendiamo come la nostra Torino abbia anche un altro volto, nascosto a tutti noi.

Un’infilata di tuguri e vecchie costruzioni dove trovano rifugio i nuovi fantasmi. Ce lo dicono le tracce di piccoli falò per riscaldarsi la notte, l’odore forte di escrementi, i tappeti di siringhe che ne fanno una enorme narcosala. Occhi lontani ci osservano, qualcuno minaccia. Ci sentiamo degli intrusi a due passi dalla nostra redazione. Chissà, ci chiediamo, cosa si aspetta a mettere in sicurezza questo lembo di città. In fondo, non c’è pericolo che qualcuno tiri in ballo l’ordine pubblico. E per una volta non scarichiamo gli orrori sulle periferie. Qui siamo in centro.

fossati@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Rubriche
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo