L'alluvione del novembre 2016 ha causato danni ingenti in Piemonte
News
E’ andato a buon fine l’incontro tra il ministro Galletti e il governatore Chiamparino

In arrivo 60 milioni per proteggere il Piemonte da frane e alluvioni

Quasi 50 milioni saranno destinati per interventi sul fiume Dora Riparia e salvaguardare così Torino. Anche la provincia beneficerà dell’accordo sottoscritto a Roma

Da Roma sono in arrivo più di 60 milioni di euro per salvaguardare il Piemonte dal rischio frane e alluvioni. Oggi il ministro Gian Luca Galletti e il governatore Sergio Chiamparino hanno sottoscritto nella capitale un Protocollo d’intesa e un Accordo integrativo per interventi di difesa del suolo e prevenzione del rischio idrogeologico.

ECCO COME SARANNO DISTRIBUITI I 60 MILIONI. 

Nello specifico, per quanto riguarda Torino, quasi 50 milioni di euro saranno destinati per interventi sul fiume Dora Riparia. Oltre 4, invece, per l’accessibilità da nord alla Reggia di Venaria Reale e il nuovo ponte sul torrente Ceronda.

Lavori sono previsti anche nella provincia torinese, con 950mila euro che serviranno a finanziare lo scolmatore dal rio Levesa al torrente Gallenca, a protezione degli abitati di Salassa, Oglianico e Rivarolo, mentre 641mila euro sono previsti per il secondo stralcio di intervento nella sponda destra del Po a Moncalieri.

L’Accordo integrativo consentirà, invece, di ottenere la cifra di 6 milioni e 386mila euro, per interventi a Quincinetto, a Crevacuore in provincia di Biella e per il completamento dei lavori in località Castello a Cortemilia, nel Cuneese.

“Queste risorse – ha commentato Chiamparino – si aggiungeranno a quelle già previste nel Fondo di Coesione e Sviluppo, circa 80 milioni, destinati a sostenere progetti su tutto territorio regionale”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo