Ciclabile
Cronaca
STRADA ANTICA DI COLLEGNO

In 650 contro la pista ciclabile: «Ora spostatela in via Servais»

Si discute la raccolta firme dei cittadini di Parella

Verrà discussa tra pochi giorni la petizione al Consiglio comunale che chiede alla Città di Torino di rivedere la viabilità di strada Antica di Collegno, in zona Parella. Circa 650 sono le firme raccolte per chiedere di spostare la pista ciclabile del progetto Torino-Collegno da strada Antica di Collegno alla vicina via Servais. I lavori del 2019, infatti, hanno portato a una perdita di posti auto e riduzione della carreggiata, che sta causando traffico a non finire. E a volte anche ingorghi, con gli autobus a bloccare, involontariamente, il traffico.

La pista della discordia

«Per far posto alla ciclabile, è stata eliminata una delle due corsie di uscita dalla città – spiega Lorenzo Paparo, presidente del comitato Parella Sud-Ovest -. Questo ha generato lunghe code che arrivano anche fino in via Pietro Cossa. Inoltre non c’è visibilità negli attraversamenti a causa dello spostamento della sosta a centro strada». In molti scelgono strade alternative allungando il percorso, fattore che tuttavia non ha aiutato più di tanto a snellire il traffico. La pista – continua Paparo -, «è nata male perché è stata progettata presupponendo il senso unico nella tratta di strada Antica di Collegno tra corso Marche e via Franzoj già sapendo però che non si sarebbe potuto realizzare, perché vietato dalla delibera regionale collegata alla realizzazione de Il Gigante».

«Una revisione»

L’obiettivo principale dei firmatari è chiedere una revisione del progetto, dal confine con il Comune di Collegno fino a corso Telesio spostando la ciclabile sulla più comoda via Servais (come prevede il Biciplan) passando dal controviale di corso Sacco e Vanzetti. Al punto numero due viene chiesto di non istituire il senso unico di marcia nel tratto di strada Antica di Collegno, tra corso Marche e via Franzoj, e di prevedere l’apertura di via Servais su corso Sacco e Vanzetti, per meglio distribuire i flussi di traffico. I cittadini chiedono anche la restituzione del doppio senso di circolazione su via Carlo Bianco.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo