Schermata 2017-09-26 alle 08.10.47
News
BORGO DORA

Il suk inizia già giovedì sera. “Quattro giorni di inferno”

I residenti: «Ogni settimana schiamazzi e rifiuti ovunque»

Occupazioni abusive dalla sera del giovedì, merce di dubbia provenienza in vendita e una marea di rifiuti ad occupare strade e marciapiedi. Nemmeno l’approva zione del nuovo regolamento sul Barattolo ha cambiato le sorti del mercato del sabato di San Pietro in Vincoli. Ne sono convinti i residenti del quartiere, tornati veemente a protestare dopo quattro mesi di silenzio. «È da maggio che attendiamo risposte sul futuro del libero scambio. Dovevano trasferire i venditori in via Carcano, invece sono ancora tutto qui » attacca Miriam, una delle più arrabbiate.

Dopo 17 anni di convivenza la pazienza delle famiglie è giunta al capolinea. Prima sono arrivate le lettere di protesta, poi esposti e infine gli striscioni dai balconi. Mosse studiate a tavolino che non hanno prodotto risultati concreti. Sì, perché il mercato non è stato spostato ma i problemi, quelli sì, sono rimasti. «Altro che due ore di disagio – spiegano i comitati di zona -. Qui soffriamo le pene dell’inferno quattro giorni a settimana».

Con foto alla mano le famiglie del borgo hanno dimostrato l’arrivo delle roulotte e dei camper degli zingari già alla tarda serata del giovedì, tra corso Ciriè, via Pesaro e via Cigna. Primo divieto di un regolamento che dovrebbe impedire l’occu pazione delle strade fino alle ore 6 del mattino, nel giorno della manifestazione. Al più ai venditori sarebbe permessa la sosta a 500 metri di distanza dall’area di svolgimento del Barattolo. «Invece qualcuno arriva due giorni prima. Poi l’area diventa zona franca e d’estate ci tocca vedere i toret trasformati in un bagno pubblico». Problemi anche a fine mercato, con l’invenduto padrone dei marciapiedi. A discapito della civiltà.

Sul caso si è recentemente scomodata anche l’associa zione commercianti Balon, che gestisce il mercato del Balon ogni sabato e il Gran Balon la seconda domenica di ogni mese. Raccontando gli effetti che il suk ha sul territorio nel fine settimana. Mentre i consiglieri di minoranza della circoscrizione Sette hanno chiesto, ma non ottenuto, la convocazione di un consiglio aperto sul tema. «I regolamenti andrebbero rispettati. Ma nessuno si sogna di far rispettare le regole» accusa il capogruppo di Fdi, Patrizia Alessi.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo