Romero
News
VENARIA

Il sindaco deve chiudere la Romero. Pericolo crollo, gli alunni traslocano

La scuola elementare non riaprirà all’inizio dell’anno scolastico

All’inizio del nuovo anno scolastico mancano una cinquantina di giorni ma Venaria è in fibrillazione dopo l’ordinanza del sindaco Roberto Falcone con la quale ha deciso la chiusura a tempo indeterminato della scuola elementare Oscar Romero di via Guarini, nel rione Salvo d’Acquisto. Il motivo? È inagibile. Almeno dopo il sopralluogo avvenuto nei giorni scorsi da parte del personale di Gesin e di una società specializzata, la Palladio di La Spezia. «C’è il rischio di un distacco di uno strato di calcestruzzo, che potrebbe riguardare anche i solai», tiene a precisare il sindaco. Di qui la decisione, presa assieme ai rappresentanti dei genitori, dei docenti e del personale, di trasferire da settembre e fino a nuovo ordine le classi quarte e quinte nella scuola Don Milani di corso Papa Giovanni XXIII, e tutte le restanti sei classi nella scuola Gramsci di via Motrassino. «La sicurezza viene prima di ogni cosa e in quest’ottica stiamo gestendo l’emergenza, e i disagi che ne deriveranno, con efficienza. È doloroso chiudere una scuola, ma in questi tre anni non ci siamo mai voltati dall’altra parte e abbiamo sempre anteposto sicurezza dei nostri ragazzi e manutenzione delle scuole a opere che probabilmente sarebbero state più visibili». Per l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Roccasalva, «criticità come queste vengono affrontate all’interno di un lavoro responsabile e sistematico che, visto lo stato degli edifici comunali e grazie alla capacità di intercettare fondi esterni alle nostre risorse, abbiamo impostato fin da subito con verifiche periodiche che portano alla rilevazione preventiva dei problemi. Come è avvenuto in questo preciso caso».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo