falchera campo nomadi
Cronaca
CIRCOSCRIZIONE 6

Il secondo accesso a Falchera trasformato in un campo rom

La preoccupazione di residenti e commercianti: «Stop occupazioni»
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

C’è un campo nomadi improvvisato a ridosso del secondo accesso a Falchera. Con un intero piazzale occupato da camper, auto, gente che va e che viene. E’ il problema che i residenti denunciano dallo scorso venerdì, quando una decina di roulotte e camper ha fatto tappa tra via Sant’Elia e via Nuvolari. Impossibile, ovviamente, non notare quel via vai alle spalle dell’autostrada. In molti hanno chiamato le forze dell’ordine per chiedere lo sgombero, qualcuno ha segnalato l’accaduto su una delle pagine Facebook del quartiere Falchera.

«I cittadini hanno segnalato il disagio – spiega il presidente della commissione Falchera, Alessandro Avramo -. Auspichiamo un pronto intervento, non vorremmo che questa situazione si incancrenisse. Evitando il ripetersi del caso Villaretto». Alla Sei sono diverse le zone monitorate. In primis via Monteverdi dove i rom occupano spesso e volentieri i parcheggi alle spalle dello Scalo Vanchiglia, a seguire lungo Stura Lazio dove – non è un mistero – una serie di orti urbani sono stati trasformati in baracche di fortuna. Negli ultimi mesi, inoltre, la municipale è intervenuta anche in strada del Villaretto dove si era formato un campeggio abusivo di nomadi, con 70 persone invitate a levare le tende.

«Il problema con i camminanti sul nostro territorio – spiega la presidente della Circoscrizione 6, Carlotta Salerno -, ormai si ripete da tempo. Non possiamo far finta di niente, dobbiamo capire come gestire al meglio questa situazione. Speriamo che la Città individui una soluzione e non dia l’abitudine che a Torino nord tutto è concesso».

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo