Moto
Cronaca
NICHELINO

Il rombo di decine di moto per l’ultimo addio a “Nello”

I funerali del biker morto la scorsa settimana in un incidente a Carmagnola

Un nastro rosso legato agli specchietti delle moto per dire “addio” a Sebastiano Rosa, soprannominato da tutti Nello Diabolik, il 54enne vittima del terribile incidente avvenuto domenica 15 maggio a Carmagnola. Davanti al piazzale della parrocchia della Madonna della Fiducia, nella popolosa zona Coop di Nichelino, sono stati centinaia i motociclisti che hanno voluto dare l’ultimo saluto all’amico, stringendosi alla sua famiglia.

Ma il funerale di Nello Rosa è stato anche un modo per il gruppo dei Tre Merli Sotto Shock di cui anche lui faceva parte, per chiedere la fine delle morti sulla strada. L’associazione, di cui fa parte anche la compagna di Rosa, Stefania, ancora ricoverata al Cto dopo l’incidente di domenica scorsa, da anni è impegnata in campagne di sensibilizzazione sulla guida sicura.

Intanto restano gravi, seppur stabili, le condizioni della donna e della figlia Sofia di soli otto anni, rimasta anch’essa coinvolta nell’incidente avvenuto sulla statale 20, tra Carignano e Carmagnola, e ricoverata al Regina Margherita. La famiglia è stata falciata da una Mercedes Classe A mentre rientrava da una gita fuoriporta. Nello Rosa, che è morto sul colpo, viaggiava sulla sua Honda insieme alla bimba mentre la compagna era a pochi metri di distanza, in sella a una Kawasaki.

Alla guida della Classe A c’era una commerciante di Carmagnola, di 50anni, che viaggiava con il figlio di 9. Secondo le indagini portate avanti dalla polizia locale di Carmagnola sarebbe stata quest’ultima a invadere la corsia opposta tagliando la strada ai motociclisti. Ora è indagata per omicidio stradale.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo